Pagine

Translate

venerdì 8 luglio 2016

Biblioburro: Mezzacalzetta dove sei?



"Mezzacalzetta è il mio coniglio bufalo.
Si chiama così per via delle orecchie che non riesce a tenere dritte come gli altri conigli.
E' un po' ciccione, un po' morbido, incredibilmente dolce e rosicchia i fili elettrici di casa.
Devo ammettere che come compagno di giochi è abbastanza inutile...

...Quindi ho deciso di sbarazzarmene."









Diventare grandi a volte comporta decisioni drastiche, inevitabili per il bene di se stessi e della propria immagine. Un bambino GRANDE che gioca con un coniglio bufalo! Un coniglio che, per di più, non è in grado di capire la differenza tra cowboy e indiani, che non sa giocare a calcio né fare la lotta. Decisamente un animale inutile per un bambino ormai grande. 



La decisione è presa e senza se e senza ma il bambino si avvia nel bosco, sempre più scuro e sempre più fitto, seguito dall'ignaro coniglietto che pieno di fiducia e amore vuole stare attaccato ai piedi del suo padroncino. Arrivati in una radura il bambino sacrifica persino la sua maglietta rossa e con un filo rosso lega il coniglio (che non oppone alcuna resistenza) ad un albero e, senza versare una lacrima, se ne va.



Quanti secondi passano prima che il senso di colpa, la nostalgia si impossessi del bambino (che forse così grande non è)? Pochi, pochissimi! Quando torna alla radura però lo attende un'amara sorpresa: dov'è Mezzacalzetta? Perché il filo rosso giace lì, inerme e solo?
Inizia una disperata ricerca che porterà lo sprovveduto padroncino ad una baita in mezzo al bosco...

Le illustrazioni di Benjamin Chaud esprimono una dolcezza incredibile (vorremmo pure noi un coniglio bufalo così) e la ricchezza di particolari dei suoi boschi portano il lettore ad osservare le immagini in maniera certosina. Un albo dal grande formato, che esalta le immagini e rende chiara la lettura del testo. Una storia politicamente scorretta, che però insegna che (ancora una volta) l'amore vince su tutto. Per fortuna!

Mezzacalzetta dove sei?
Benjamin Chaud
Terre di Mezzo
2016
da 5 anni

Nessun commento:

Posta un commento