Pagine

Translate

giovedì 30 luglio 2015

Le Pollicine in vacanza... sulla luna


E' arrivato anche per noi il momento di andare in vacanza. Dopo un luglio non ancora terminato ricco di attività e di letture, ci aspetta un agosto di relax e letture (quelle non mancano mai, è patologico. Per fortuna non facciamo le pasticcere di professione, saremmo fisicamente rovinate).


Da Bologna avevamo portato via un bellissimo albo illustrato in tedesco. All'inizio siamo rimaste colpite soprattutto dalle immagini (e dallo scoiattolo) e poi anche dalle parole (il nostro tedesco vacilla, lo ammettiamo, ma abbiamo traduttori personali).


Un simpatico scoiattolo che una mattina si ritrova la luna fuori dalla sua tana. Caspita! Che fare ora? E se qualcuno pensasse che lui l'abbia rubata? Nel dubbio, non gli rimane altro da fare che sbarazzarsene....


... ma non è così facile, e nella titanica impresa vengono coinvolti anche altri animali. Una storia piacevolissima, l'abbiamo testata gli ultimi giorni si scuola con una prima elementare e una maestra di tedesco. Tante, tantissime risate!






Siamo un po' così anche noi, come quei due animaletti attaccati alla luna ma desiderosi di staccarsi; legate e a volte persino appiccicate, pronte a condividere gioie e dolori di questo nostro bellissimo lavoro, ora col desiderio naturale di separarci per un po' per ricaricarci e poi ripartire.  

Ci rivediamo a settembre, buona estate a tutti.

Herr Eichhorn und der Mond
Sebastian Meschenmoser
Esslinger
2012
da 5 anni

lunedì 27 luglio 2015

Biblioburro: Il libro delle mie vacanze disastrose


"Per farla breve: mio padre ha preso le ferie in luglio e mia madre in agosto. Mia madre è convinta che mio padre l'abbia fatto apposta, e viceversa. Tutti i giorni ricominciano e urlano senza fine:"Te l'avevo detto!" e "Tutta colpa tua!", "Tu non mi ascolti mai" e "Fai sempre di testa tua!".

Risultato: Io non andrò in vacanza!"









Ben è disperato. A causa dell'incomprensione tra i suoi genitori le vacanze sono cancellate. Persino quelle noiose da nonna Annie in un momento di tale sconforto diventano un ricordo nostalgico.Naturalmente tutti i suoi amici sono al mare o in montagna, persino la sorella maggiore è in campeggio. Che fare dunque?  Ben deve rassegnarsi a passare un'estate a casa, tra due genitori un po' scontrosi, una sorella che chiede il suo aiuto via sms per conquistare un ragazzo e idee folli per riuscire a mantenersi impegnato il più possibile.


Una scrittura spassosa e fluida, narrata sotto forma di diario, con scarabocchi, correzioni e aggiunte varie. Bernard Friot è uno dei più originali e creativi scrittori per ragazzi (e non solo), i suoi libri sono brevi ma intensi, e arrivano ai ragazzi attraverso un linguaggio che ben si adatta al loro modo di essere.

Il libro delle mie vacanze disastrose
Bernard Friot
traduzione di Janna Carioli
Lapis
2015
138 pag
da 9 anni

Il libro dei miei record disastrosi
Bernard Friot
traduzione di Janna Carioli
Lapis
2015
137 pag
da 9 anni

giovedì 23 luglio 2015

Biblioburro: Muschio



"Una mattina fredda, mentre camminavo accanto al fiume per approfittare del calore del sole, sentii un po', un briciolo, un nonnulla dell'odore di Janinka.
Mi fermai e annusai per bene; non volevo perderlo. Era un odore molto tenue che fluttuava e si muoveva come un seme di dente di leone o un ciuffo di peli di gatto spinti dal vento. Era un odore passeggero."









Un odore, una traccia, un ricordo, ogni cosa è una fiammella di speranza che si accende nel cuore di Muschio; la speranza di ritrovare Janinka e Mirek i suoi padroni. Da un giorno all'altro Muschio si è ritrovato solo, senza padroni, senza casa e senza affetto. Non sa bene cosa è successo, non riesce a capire. Qualcosa è cambiato, qualcosa è successo che ha stravolto la vita di tutto e tutti. Quel qualcosa si chiama guerra. Che quando arriva non risparmia nessuno, nemmeno gli animali. Così Muschio si ritrova a girovagare in cerca di cibo, di un posto per dormire. Troverà persone buone (poche), persone cattive (tante), e soprattutto troverà degli amici con i quali dividere gioie e dolori. 

Una storia di avventura, commovente e piena di speranza. Muschio, come un ragazzino, non riesce a darsi delle risposte su ciò che sta accadendo, ma non si perde d'animo e con cuore gentile offre una zampa a chi gli chiede aiuto. 
E se dai amore...
Vincitore del XXI Premio Edebé de Literatura Infantil y Juvenil. 

Muschio
David Cirici, Federico Appel
traduzione di Francesco Ferrucci
Il Castoro
2015
da 9 anni

martedì 21 luglio 2015

Biblioburro: La principessa salvata dai libri

"In cima ad un palazzo, su all'ultimo piano,
sedeva Rapunzel con il pettine in mano.

Rapunzel, Rapunzel, sciogli i tuoi capelli...

gridò il lattaio dal fondo delle scale.
Ma Rapunzel non si muoveva.
Alla finestra immobile sedeva.
Non aveva niente da fare.
Non aveva nulla da dimostrare."


Rapunzel si annoia terribilmente, lassù, all'ultimo piano del palazzo. Le giornate sono lunghe e tutte uguali. I suoi amici provano in ogni modo a distrarla. Ci prova il postino, con una lettera speciale; ci prova la panettiera con del pane appena sfornato; ci prova la zia con uno sformato di pesce; ci prova il principe...beh...lui non è proprio convincente!
L'unica soluzione è quella di salire lassù, all'ultimo piano del palazzo, tutti insieme (tranne il principe!): il lattaio, la zia, la panettiera e il postino, che finalmente può consegnare la lettera a Rapunzel. E si tratta davvero di una lettera speciale perché dentro c'è la notizia che Rapunzel stava aspettando, quella che le cambierà la vita. E non c'entra un principe! 

La principessa salvata dai libri
Wendy Meddour, Rebecca Ashdown
Traduzione di Nicoletta Pardi
Lo Stampatello
2014
da 6 anni

venerdì 17 luglio 2015

L'alfabeto della natura


Ovvero, come lavoricchiare in vacanza per non sentirsi troppo in colpa mentre l'altra Pollicina è seriamente al lavoro.
Avevamo consigliato il libro ABC dei sassi nell'ultimo mercoledì al cubo, lanciando la sfida Trova anche tu una lettera "naturale". E da quel mercoledì anche noi ci guardiamo intorno con fare quasi sospetto (per chi ignaro ci osserva) cercando lettere nei sassi, nei prati, nelle nuvole...
E non a caso abbiamo aperto il post con la V di vacanza!


 Un Picchio...


Ha Trivellato... 

Un abete. E ci ha fatto una bella "i" con il puntino. Secondo noi!

mercoledì 15 luglio 2015

Biblioburro: La balena della tempesta



Un bambino ed una balena, un'amicizia improbabile ma non impossibile per Nico che conosce la solitudine, dato che il padre fa il pescatore e rimane fuori casa tutto il giorno, e che decide di portarsela a casa e prendersene cura. 



La nasconde nella vasca da bagno e spera tanto che il padre non se ne accorga. Ma forse il padre scoprirà molto più del suo segreto e comprenderà il desiderio del figlio. 
Ho dichiarato il mio amore a Benji Davies dopo aver letto contemporaneamente a questo anche l'altro albo edito sempre da EDT Giralangolo intitolato Sulla collina, che racconta la gelosia tra bambini.

La balena della tempesta
Benji Davies
Traduzione di Anselmo Roveda
EDT Giralangolo
pp. 28
da 4 anni

martedì 14 luglio 2015

Biblioburro: Il ritmo dell'estate



Il periodo che segue il diploma è forse quello in cui si concentrano maggiormente promesse e speranze di ciò che il futuro potrà riservare ad ognuno di noi. E' proprio per allora che il gruppo rock le DisinCanto ha programmato un tour di un anno in attesa di decidere cosa fare da grandi; Bev, Meg e Alexa si faranno accompagnare da Colby, amico del cuore di Bev, che guiderà il pulmino e poi... via! Concerti scatenati, amicizia, incontri sorprendenti, anche una storia d'amore mescolata a tanta musica gli ingredienti di questo incredibile viaggio, perfetta lettura per queste calde giornate estive.

Il ritmo dell'estate
Nina LaCour
traduzione di Aurelia Martelli
Edt Giralangolo
2015
pp. 304
da 14 anni

lunedì 13 luglio 2015

Biblioburro: Il viaggio della Regina




Alle mamme e ai papà in viaggio
e ai loro bambini
che li aspettano di ritorno.














La Regina è una donna testarda, coraggiosa e buona. Certo, è cambiata molto da quando era una principessina viziata, egoista e sempre arrabbiata. È cambiata molto da quando ha conosciuto il principe, si è innamorata e testardamente lo ha conquistato. Il suo cuore è totalmente cambiato quando sono nati i gemelli Amaranto e Ginestra.
Ma ora la Regina ha il cuore pieno di sassi: un biglietto arrivato all'improvviso, portato da un falco tutto nero e spaventoso. Vieni da me c'è scritto. La Regina non può opporsi, il Mostro la vuole e lei è costretta a partire, ad affrontare un lungo viaggio al freddo, senza acqua né cibo, fino alla grande montagna. A nulla servirà essere buoni con una vecchina o con gli uccelli del bosco, il Mostro non ha pietà di nessuno. Ma la Regina è una donna coraggiosa e non può cedergli il suo cuore.



Dentro ho tutto quello che mi serve per essere me. Le cose che contano. Amaranto e Ginestra che corrono nel prato. Che chiudono gli occhi. Che cantano una canzone. Un giovane Re inginocchiato ai suoi piedi. Un giorno d'autunno, col mondo incendiato di colori. Il sapore del pane. L'odore delle rose.


Un testo delicato e magnifico per parlare della malattia che colpisce una mamma o un papà. Con questo racconto Beatrice Masini conferma, ancora una volta, di essere una grande autrice, che con maestria scrive per grandi e piccoli, storie divertenti ma anche toccanti e ricche di magia. Le grandi illustrazioni di Gianni de Conno fanno viaggiare e sono dense di emozioni. I colori pastellati, i tratti quasi sfocati portano il lettore in un mondo fantastico. 
La collana Ho bisogno di una storia della casa editrice Carthusia raccoglie titoli che affrontano temi delicati quali la disabilità, la separazione, la malattia raccontando cose importanti con parole ed immagini delicate e leggere. In questo caso la casa editrice ha realizzato il libro in collaborazione con AIOM, Associazione Italiana di Oncologia Medica.

Il viaggio della regina
Beatrice Masini, Gianni De Conno
Carthusia
2015
30 pag.
Da 8 anni

venerdì 10 luglio 2015

Biblioburro: Cip e Croc




Da due uova nascono un pappagallo ed un coccodrillo, Cip e Croc, che si credono fratelli. I due crescono insieme, cercando di procurarsi del cibo, scaldandosi a vicenda, cantando al sole. Diventati grandi, però, capiscono di non essere realmente fratelli e si dicono addio. Ma non sarà per sempre.   
Una storia semplice e delicata, con illustrazioni molto accurate, per capire che diversi è più bello, e che in fondo ci vuole davvero poco a rompere il guscio e a superare le barriere. Si potrebbe anche semplicemente cominciare da un libro come questo per scoprirlo!

Cip e Croc
Alexis Deacon
Traduzione di Monica Martinelli
Settenove
2015
pp. 36
da 4 anni

giovedì 9 luglio 2015

Biblioburro: La principessa e lo scheletro



"Anche la principessa stava facendo la guardia. Non per senso del dovere, ma perché desiderava fare giustizia. Doveva scoprire chi veniva la notte a svuotare i tubetti di dentifricio della famiglia reale."












A Lulù proprio non piace che venga ingiustamente accusata di mangiare tutto il dentifricio quando si lava i denti. Così con determinazione decide di smascherare il malfattore, e quando scopre che il responsabile è uno scheletro che usa il dentifricio per pulirsi le ossa, Lulù non si impressiona per niente. 
Non è uno scheletro qualunque, il signor Ossi abita nell'armadio del Re e come tutti gli scheletri nell'armadio custodisce un segreto molto scomodo. Cosa nasconde il Re? Lulù lo vorrebbe tanto sapere, ma quando la preziosa scatola del signor Ossi viene rubata Lulù pensa solo a proteggere il padre, ad ogni costo!
Un libro decisamente fuori dal comune che con ironia insegna che le bugie hanno davvero le gambe corte (e gli scheletri negli armadi sono dei veri pasticcioni). Un mix di risate, avventura, buffi personaggi e un pizzico di paura.
La casa editrice Sinnos, utilizza la font di alta leggibilità.

La principessa e lo scheletro
Piret Raud
Sinnos
2015
pp. 189 
da 8 anni

mercoledì 8 luglio 2015

Biblioburro: La criniera del leone Brando



Accidenti: la criniera del leone Brando è in disordine! Ecco allora che interviene l'amica Scimmietta, che gli propone di andare dal parrucchiere a fare uno shampoo, mettere dei bigodini, e magari pure la tinta, color biondo cenere o rosso fuoco? Intanto Brando è sempre più preoccupato...
Un albo cartonato, con gli angoli arrotondati, le illustrazioni vivaci su sfondo bianco e un buco per giocare con un ditino mentre un grande legge la storia. 

La criniera del leone Brando
Britta Teckentrup
La margherita
2015
pp. 36
da 2 anni

venerdì 3 luglio 2015

Biblioburro: Commentarii de Inepto Puero


"Ut verum dicam, unum tantum suasit me ut scribam hic intus: cum equidem dives et celebratus ero, res maioris momenti habebo faciendas quam hominum rogatiunculas universum diem respondere. Qua de re hic libellus haud inutilis erit."














La traduttrice chiede umilmente perdono in anticipo per eventuali errori presenti nella recensione!

Pollicinae ieciunt mihi arduam provocationem: scribere de "Commentarii de inepto puero" IN LATINUM!
Praescriptio: percepi diplomatem in remotum 1994 d.C.


Magna fuit mea laetitia et ingens meus stupor postquam legaveram sic recentem librum scriptum fuit in ita aeternum sermone! Res ita est: Gallagher convertit librum plenum vigoris in lingua fabulosa, redigendum Gregorium Magnum!
Quamodo intellegere hoc librum? Non omnes nosciunt latinum! Nullum problema: satis est legere ante/ inter/ post italica translationem ;-)
Pueri potunt capere consilia ut nova verba comminiscere, aut iacere provocationes ob privatum lexicum creare, et quidni?, novas insultationes generare!


Greg invictus est, etiam latine, et pueri possunt discere quoque italicam sermonem, et possuntscribere aliquot sententias in eorum commentaris! 
Omnia dici possunt latine!
Felix delectatio!


Per chi (come una delle due Pollicine) non ha capito nulla, riportiamo la traduzione. Che è stata fatta dalla stessa persona che ha rispolverato il grosso vocabolario di latino con la copertina marrone. Contributo gentilmente offerto da Marta. Grazie! 

Le Pollicine mi hanno lanciato un'ardua sfida: scrivere a proposito de "Commentarii de inepto puero" IN LATINO!
Premessa: ho ottenuto il diploma nel lontano 1994!
La mia gioia e il mio stupore sono stati grandi, dopo che ho letto che un libro così "moderno" è stato riscritto in una lingua così immortale! 
Le cose stanno così: Gallagher ha tradotto un libro pieno di vitalità in una lingua mitica, rendendo Greg Magno!
Ma in che modo capire questo libro? Non tutti conoscono il latino! Nessun problema: è sufficiente leggere prima/ durante/ dopo la versione italiana!

I ragazzi possono prendere spunti per inventare nuove parole, oppure lanciare sfide per creare un proprio dizionario e, perché no?, inventare anche nuovi insulti!
Greg è insuperabile, anche in latino, e i ragazzi possono imparare anche la lingua italiana e scrivere qualche frase nei loro diari personali!

Buon divertimento!

Commentaii de Inepto Puero
Jeff Kinney
traduzione Daniel Gallagher
Il Castoro
2015
da 13 anni

giovedì 2 luglio 2015

Biblioburro: La fattoria degli animali fantastici


Sta succedendo 
qualcosa di insolito
nel bosco di Reptil Chase.
E George
lo scoprirà presto...












George ci tiene a specificare che il suo nome non ha nulla a che fare con quel Santo che ha sconfitto il drago centinaia di anni fa. E dopo che arriva a Wormery Farm in cerca di lavoro e conosce tutte le strane e bizzarre creature che la popolano George diventa addirittura un difensore di draghi, anzi, del drago, l'ultimo rimasto in vita. Ma si occuperà anche di dare da mangiare a Mordicoda (cosa non facile con un uroboro), di Donal e Jemina, due anatre un po' troppo cresciute e soprattutto dell'ittiosauro.
Wormery Farm è una fattoria speciale, che va aiutata, preservata e soprattutto tenuta nascosta da occhi indiscreti e pericolosi. Ma non è facile se in circolazione c'è Diamanda Pye, impagliatrice ostinata a voler vincere il Cucchiaio d'Oro Estraicervello e se Mortifer il basilisco decide di scappare e di andare in giro per la città a pietrificare tutto ciò che incrocia il suo sguardo.
George e Prudence però ce la metteranno davvero tutta...

Quando nella quarta di copertina compare il nome di Roald Dahl per attirare il lettore un campanello di scetticismo si accende inevitabilmente nel cervello. Troppo spesso il nome del grande autore per ragazzi viene usato e abusato a caso, in troppi vengono paragonati a lui, ma in pochi ne sono davvero all'altezza. Perciò la lettura di questo libro è partita un po' sottotono, mi aspettavo l'ennesima delusione. Ma con piacevole sorpresa invece mi sono ricreduta e mi sono davvero gustata La fattoria degli animali fantastici, dall'inizio alla fine, ridendo molto e appassionandomi alle avventure paradossali del povero George.
Veronica Cossanteli è cresciuta con un dinosauro immaginario che dormiva sul suo letto, abita con un sacco di animali (reali) e fa l'insegnante in una scuola elementare. 
Finalmente un buon libro! I ragazzi ne saranno contenti. 

La fattoria degli animali fantastici
Veronica Cossanteli
traduzione di Guido Calza
illustrazioni di Vanni Soru
Feltrinelli Kids
pp. 233 
2015
da 9 anni

mercoledì 1 luglio 2015

Mercoledì al cubo (9): EDIZIONE ESTIVA, libri per la spiaggia (e non solo)


Il mercoledì al cubo si ferma per le vacanze estive. L'idea stuzzicante che ci è venuta è quella di moltiplicare il cubo! Ognuna di noi ha cercato un libro così da lasciarvi con una ricca proposta di letture da portare sotto l'ombrellone. Tre (o più) proposte da leggere e, perché no, con cui giocare. Almeno, questo è quello che abbiamo pensato noi. Non solo un libro, ma un'attività da fare al mare, al lago, in montagna, ovunque siate perché con un libro si può fare davvero tutto.
Questa volta non siamo partite dai libri ma da un sasso. Le Pollicine, oramai è risaputo, adorano camminare e, camminando, adorano anche guardarsi in giro. Una delle due saprebbe trovare un quadrifoglio in un immenso prato verde, mentre l'altra ricorda con un pizzico di nostalgia quando il padre portava lei ed il fratello a cercare sassi sulle rive di un fiume e li spronava a ricercare pietre preziose all'interno di ogni singolo sasso. E' nato così questo post, raccogliendo sassi e pensando a cosa farci, mentre almeno due proposte interessanti sono già arrivate sugli scaffali delle librerie e delle biblioteche. 




La prima proposta è il libro ABC DEI SASSI che forse non è solamente un libro, ma anche un manuale, un album, addirittura un quaderno se diventa di proprietà personale. Un alfabetiere fatto eslusivamente di sassi raccolti sulle spiagge, sulle rive dei fiumi, in pianura, in montagna o persino nel proprio giardino, e dentro cui ritrovare ogni singola lettera dell'alfabeto: A come ape, B come becco, C come cane... fino a Z come zanzara.
Dopo l'osservazione del sasso per scoprire la lettera, l'autore ci invita a disegnare, partendo dal sasso originario, un disegno e a colorarlo, ed infine ci chiede di provare a riscrivere la lettera, ricalcando le tracce preparate e completando una frase. 
Chiarissimo il suo intento, dichiarato all'inizio: 
Come sarebbe riunirle tutte:
la mia A con tutte le altre A provenienti dalla Grecia o dalla Nuova Zelanda,
poi le B australiane insieme a quelle olandesi o keniote, 
e cosi via fino all'ultima lettera.
Alla fine avremo un abc di sassi veramente globale:
forse l'inizio di un dialogo senza confini.

La seconda proposta è il libro Ti amo ogni giorno, in cui Malika Doray fa escogitare alla mamma protagonista della storia una geniale trovata per curare la nostalgia del suo piccolo da cui deve stare lontana per qualche giorno. Insieme andranno a raccogliere sassi, tanti quanti sono i giorni di separazione, da togliere ogni mattino per contare quanto manca al suo ritorno. 



L'estate (di sicuro) sarà interessante e ricca di progetti e di attività curiose. Il sole e il caldo favoriranno le idee e la voglia di uscire ad osservare il mondo. Un libro può accompagnarci nelle uscite in bicicletta anche quando in realtà se ne sta tranquillo ad attenderci a casa; può essere fonte di idee e spunto per passatempi divertenti. 


video


Mare, spiaggia, riva, roccia o prato... riuscirete anche voi a trovare un sasso-lettera?
Noi siamo alla ricerca....

ABC DEI SASSI
Mauro Bellei
Fatatrac
2015
da 4 anni

Ti amo ogni giorno
Malika Doray
Terre di mezzo
2015
da 4 anni

I consigli di Apedario

I consigli di ScaffaleBasso