Pagine

Translate

sabato 30 maggio 2015

Le lumache raccontate


Piccoli lettori crescono! Contributo audio di Matteo, piccolo di tre anni che racconta (a modo suo) il libro di Michael Escoffier e Chris Di Giacomo Che schifo le lumache.

Che schifo le lumache
Michael Escoffier, Chris Di Giacomo
La Margherita
2014
da 4 anni

venerdì 29 maggio 2015

Biblioburro: Il viaggetto del ragnetto



Il ragnetto andava in giro
si stancava facilmente
così mentre camminava
sbadigliava di frequente

Pur avendo otto zampe

lui sentiva la fatica
e peggiora tutto quanto
se si trova una salita








Nonostante le otto zampe, il ragnetto si stanca di camminare e ben presto il sonno arriva. Una paperetta gli dà un passaggio, ma la strada è lunga e anche lei si stanca. E poi una tartaruga, un cammello, un dinosauro...cammina cammina, su e giù dalle montagne. Il dinosauro è resistente ma anche un po' maldestro e alla fine tutto si risolve con un gran capitombolo.

Con il suo inconfondibile stile Gek Tessaro racconta una storia allegra, con un testo in rima, in stampato maiuscolo e con un finale sorprendente (chi si aspettava un dinosauro?). Le grandi immagini occupano la parte superiore delle pagine e formano un unico paesaggio che accompagna il lettore durante tutto il viaggio del simpatico ragnetto. 

Questo libro è il frutto della collaborazione tra Gek Tessaro, l'Associazione Avisco e i bambini dell'ospedale di Brescia. Insieme hanno lavorato al progetto dal titolo "Cartoni animati in corsia", e insieme hanno dato vita a "Il viaggio" un cartone animato che potete vedere qui.

Il viaggetto del ragnetto
Gek Tessaro
Lapis
2015
da 4 anni

giovedì 28 maggio 2015

Biblioburro: Cinque vicini molto invadenti



Il signor Orso viveva tutto solo in una casetta isolata in mezzo al bosco.

E gli stava bene così...

Potete quindi immaginare il suo malumore quando una famiglia di conigli costruì la casa proprio accanto alla sua...








I cinque conigli ci provano in tutti i modi a fare amicizia con il nuovo vicino, ma Orso si dimostra ostico e cocciuto e non ne vuole assolutamente sapere di stravolgere la sua tranquilla e solitaria vita.
Dopo aver inutilmente bussato più volte alla sua porta con piccole richieste, i conigli tentano l'ultima carta e offrono al povero orso un cestino pieno di cose buone. Per la prima volta Orso fa fatica a prendere sonno (e non è certo colpa della torta di miele) e così la mattina dopo prende una decisione che gli cambierà la vita...

Un albo divertente con illustrazioni colorate che piace molto ai bambini (lo abbiamo testato proprio in questi giorni con gruppi misti). L'invadenza dei piccoli conigli, che agiscono però a fin di bene, e l'ostinazione dell'enorme orso che con espressioni sempre più cattive declina ogni invito crea ilarità tra i piccoli ascoltatori, che forse percepiscono il lieto fine tra i vicini. Le immagini grandi e colorate di Ciara Flood parlano da sole, come si può non accettare l'amicizia di questi cinque simpatici coniglietti?

Cinque vicini molto invadenti
Ciara Flood
La Margherita
2015
da 4 anni

mercoledì 27 maggio 2015

Biblioburro: Una passeggiata nel cielo


Tong! Tong! Tong!

Ecco fatto! L'aereo è pronto.
Saliamo a bordo e andiamo a fare una passeggiata nel cielo!






Padre e figlio (o nonno e nipote) sono pronti ad andare a provare il loro aereo, ma una serie di animali si intromettono chiedendo di potersi unire a loro. Il cane, la maialina con i suoi piccoli, la mucca...ci staranno tutti sull'aereo? 



Il papà (o il nonno?) modifica di volta in volta l'aereo per far posto ai nuovi passeggeri, che eccitati e divertiti attendono con pazienza.




E alla fine, dopo non poche difficoltà l'aereo riesce a prendere quota, e finalmente tutti i passeggeri possono godersi una splendida passeggiata nel cielo.


Yuichi Kasano è uno di quegli autori che non stufa mai. Le sue storie sono semplici, immediate e le illustrazioni ben definite e colorate.
Piace tanto ai bambini perché crea una simpatica aspettativa (chi arriva adesso? Riuscirà davvero a volare?), gioca con i rumori e fa venir voglia di leggerla di nuovo. Dello stesso autore, Babalibri ha pubblicato Blub blub blub, divertente avventura marina tra un bambino coraggioso e un forzuto papà.

Una passeggiata nel cielo
Yuichi Kasano
Babalibri
2015
da 3 anni

martedì 26 maggio 2015

Biblioburro: Un cucciolo nero di nome furia.



"Sam era stanco di aspettare, la sua rabbia cresceva sempre di più. Finché non fu arrabbiato come mai era stato prima. 
All'improvviso qualcosa balzò in mezzo ai bambini. Correva in tondo e dava spintoni, saltellava, pizzicava, pestava i piedi. Sam non aveva mai visto niente di simile, ma sapeva di che si trattava: era una Furia."





Sam è talmente arrabbiato che, ad un certo punto, la sua rabbia si concretizza in un buffo essere che da subito ne combina di tutti i colori. A Sam il nuovo amico sembra essere un ottimo compagno di giochi. Ma solo per poco, perché ben presto Furia si rivela per quello che è: un combinaguai che non esita a mettere Sam costantemente nei pasticci. Sam vuole sbarazzarsene, ci prova e riprova, ma come si fa placare una Furia?
Un libro di formato quadrato, maneggevole ricco di illustrazioni per insegnare ai bambini a conoscere e controllare la propria rabbia. 

Lo abbiamo letto a bambini di prima elementare e alla fine ne è nata (spontaneamente) una bella discussione, non solo sul perché e con chi ci si arrabbia, ma sul colore che ha la rabbia. C'è chi la immagina verde scuro, chi viola, chi rossa e chi nera.



Alcuni hanno ricordato il testo pubblicato da Babalibri Che rabbia!, strutturato in maniera simile, che avevamo portato anni prima  alla scuola materna.
Sarà un caso che alcuni libri rimangono impressi nella mente dei bambini?

Un cucciolo nero di nome Furia
Sangeeta Bhadra, Marion Arbona
Terre di Mezzo
2015
da 5 anni

Che rabbia!
Mireille D'Allancé
Babalibri
2000
da 4 anni

lunedì 25 maggio 2015

Premio Andersen 2015


Sabato 23 maggio si è tenuta a Genova la premiazione della 34ma edizione del Premio Andersen 2015, il più ambito riconoscimento italiano attribuito ai libri per ragazzi e ai loro autori.
La giuria è composta dalla direzione della rivista Andersen (Barbara Schiaffino, Walter Fochesato, Anselmo Roveda), dallo staff redazionale di Andersen coordinato da MartinaRusso, da Gianna Denti (fondatrice della storica Libreria dei Ragazzi di Milano), da Pino Boero (Università di Genova), e per la selezione dei finalisti, annunciati a fine marzo alla Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna, da: Anna Parola (Libreria dei Ragazzi di Torino), Caterina Ramonda (bibliotecaria, blog Le Letture di Biblioragazzi), Vera Salton (Libreria Il Treno di Bogotà di Vittorio Veneto).


Miglior scrittrice: Vanna CercenàPer un percorso letterario fatto di pacata continuità, opportunamente parsimoniosa in quantità e costante in qualità; per saper proporre narrazioni intense e schiette, premiate dall’affezione sincera dei giovani lettori e sostanziate da competenza storica e passione civile; per la costante attenzione alle storie al femminile e ai punti di vista meno frequentati dalla grande Storia.





Migliori illustratrici: Anna e Elena BalbussoPer il costante e rigoroso impegno professionale che le ha portate ad ottenere, in più occasioni, prestigiosi riconoscimenti internazionali. Per la forte originalità di un segno elegante e sicuro, nitido e forte. Per l’ariosa e ardita capacità compositiva e inventiva. Per la capacità di confrontarsi costantemente in diversi campi delle arti applicate, dall’editoria a importanti periodici, dalla pubblicità all’immagine aziendale. Qui il loro sito

06_elefante
Miglior libro 0/6 anni: Piccolo elefante cresce, Orecchio Acerbo 
Sesyle Joslin – illustrazioni di Leonard Weisgard – traduzione di Carla Ghisalberti.
Per una storia pacata e sorridente che soltanto all’ultimo rivela la sua lieve e intrigante scoperta. Per i dialoghi vivissimi e impagabili, straordinariamente vicini al mondo dell’infanzia e alla sua concezione del mondo. Per le illustrazioni eleganti e argute, precise e al tempo stesso ricche di fascino.

69_cittàchesussurrò

Miglior libro 6/9 anni: La città che sussurrò, La Giuntina
Jennifer Elvgren – illustrazioni di Fabio Santomauro.
Per l’importanza di una limpida riflessione attorno al valore della memoria storica. Per saper narrare con semplicità e lieve poesia una storia vera, accaduta in Danimarca negli anni dell’occupazione nazista. Per la calibrata gradevolezza delle illustrazioni, capaci di stabilire un costante e fresco rapporto con il testo.




912_cuoridiwaffel


Miglior libro 9/12 anni: Cuori di waffel, Beisler editore
Maria Parr – illustrazioni di Bo Gaustad – traduzione di Alice Tonzig.
Per la capacità di intrecciare una narrazione coinvolgente e incalzante, attraverso le avventure dei protagonisti, scandite capitolo dopo capitolo. Per il riuscito inserirsi nella tradizione della narrativa scandinava per bambini, sapendo raccontare, con apparente semplicità e grande equilibrio, luci e ombre dell’infanzia, soffermandosi sui temi dell’amicizia e della separazione, del rapporto con gli adulti, e soprattutto, del piacere dell’avventura quotidiana.



12 in su_mondo fino a sette
Miglior libro oltre i 12 anni: Il mondo fino a 7, MondadoriHolly Goldberg Sloan – traduzione di Loredana Baldinucci.
Per una storia che cattura e coinvolge, raccontata attraverso l’intrecciarsi di prospettive diverse che scandiscono con giusto equilibrio il ritmo della narrazione. Per l’approccio realistico e concreto con cui viene raccontata una vicenda dai presupposti drammatici, senza scivolare in soluzioni scontate. Per un finale che non è lieto a tutti i costi, ma che con estrema coerenza porta avanti un messaggio di speranza e ottimismo.





R6N sovra-cover_sefossiqui prova.inddMiglior libro oltre i 15 anni: Se tu fossi qui, Edizioni San PaoloDavide Rondoni.
Per la sapiente costruzione di un romanzo di formazione per giovani adulti, dove l’alto livello di scrittura riesce a trasferire sulla pagina ambientazioni suggestive e personaggi completi e ben delineati. Per un approccio narrativo incalzante, dove il percorso di consapevolezza del protagonista è raccontato con una prosa asciutta e sguardo lucido e arguto, senza moralismi o supponenze didascaliche.






divulg_astrogattoMiglior libro di divulgazione: Professor Astro Gatto e le frontiere dello spazio, Bao Publishing
Dominic Walliman – illustrazioni di Ben Newman.
Per un’idea quanto mai felice capace di coniugare l’esattezza delle informazioni scientifiche con un approccio narrativo incalzante e coinvolgente. Per l’efficacia di un progetto grafico quanto mai brioso. Per la ricchezza delle coloratissime immagini, perfette per un giovane lettore ma capaci altresì di ammiccare al mondo degli adulti curiosi.





Sono così_08


Miglior libro fatto ad arte: Io sono così, SettenoveFulvia Degl’Innocenti – illustrazioni di Antonio Ferrara.
Per l’indubbia originalità e vivacità di un progetto cartotecnico “a leporello” spiazzante e arioso, capace di sorprenderci e –implicitamente- di invitarci alla riflessione. Per la freschezza e l’equilibrio del testo, e l’eccellente qualità delle immagini, sintetiche e pungenti.
Per essere il frutto di una giovane casa editrice impegnata nella battaglia contro le disparità di genere.






albo_colori
Miglior albo illustrato: Oh, i colori!, Lapis
Jorge Lujan – illustrazioni di Piet Grobler.
Per la raffinata, completa e “magica” bellezza dell’opera, dove le immagini poetiche giocano in continuazione con le immagini illustrate. Per la ammirevole e preziosa musicalità lirica dei brevi testi di Lujan. Per gli squisiti acquerelli di Grobler, morbidi e intensi, dalle mille suggestioni.


fumetto_ferriera

Miglior libro a fumetti: Ferriera, CoconinoPia Valentinis.
Per l’altissima qualità narrativa e per la meditata, articolata e consapevole progettazione di un racconto dove passione civile e affetti privati, sogni e delusioni, piccole vicende del quotidiano e grande Storia paiono darsi continuamente la mano. Per aver avuto il coraggio di regalarci una narrazione autobiografica sincera e accorata, commovente e avvincente. Per l’armonia e l’intensità delle magnifiche tavole.





Per aver saputo raccontare all’infanzia con rara sensibilità la tragedia del primo conflitto mondiale.
url
Chiara Carminati, Fuori fuoco, BompianiA Chiara Carminati per l’attento lavoro di documentazione storica e per l’originalità di una guerra vista con occhi delle donne, il tutto accompagnato da una scrittura alta e scintillante.


sgardoli 

Guido Sgardoli, Il giorno degli eroi, RizzoliA Guido Sgardoli per un registro narrativo lucido, intenso ed essenziale, capace di coinvolgere ed emozionare, capace di rendere al meglio la vita di trincea e quella dei contadini coinvolti.





piccolagrandeguerra

Sebastiano Ruiz Mignone – illustrazioni di David Pintor, La piccola grande guerra, LapisA Sebastiano Ruiz Mignone che, mirabilmente, ha saputo trovare le parole per avvicinare un piccolo lettore al dramma del ’15-’18; a David Pintor per le magnifiche tavole, capaci di stabilire un fitto e inscindibile rapporto con il testo.



Parte del testo, le didascalie e le immagini sono tratte dal sito del Premio.

domenica 24 maggio 2015

venerdì 22 maggio 2015

Maggio negli asili


Siamo quasi alla fine, ce lo dicono anche i bambini quando ci corrono incontro "Dopo che venite domani (leggi mese prossimo ndt) l'asilo chiude!".
Epperò e comunque prima ci si vede ancora due volte: maggio e giugno. E poi ci penseremo.



I draghi di aprile hanno riscosso un successone, sono diventati tutti intrepidi cavalieri, perciò per il mese di maggio abbiamo pensato di mettere alla prova tutto questo coraggio e abbiamo portato serpenti! Boa che festeggiano compleanni che portano tristezza invece di felicità, nonnine coraggiose che adottano e allevano boa come fossero cagnolini. Serpenti tutt'altro che buoni e coraggiosi che non esitano a mangiarsi sei poveri animaletti. Ma si ride anche così...noi lo avevamo detto ai bambini, "Siete sicuri che volete aprire la scatola?" e loro "Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii". Ecco! 

















E così è passato anche maggio, e sul contavolte quasi quasi non ci sta più nulla.


Buon compleanno boa!
Jeanne Willis, Tony Ross
Il Castoro
2015
da 4 anni

Crictor
Tomi Ungerer
EleckaKids
2012
da 5 anni

Ti faccio a pezzetti
Chiara Armellini
Topipittori
da 4 anni

Apri la gabbia!
Silvia Borando, Lorenzo Clerici
Minibombo
2015
da 3 anni

giovedì 21 maggio 2015

Biblioburro: Rifugi



Ancora una volta la casa editrice Logos si rivela essere Illustrati. Con un libro profondamente delicato, mescolando in perfetto equilibrio parole ed immagini, Emmanuelle Houdart, già amata qui e qui, racconta la vita a partire dal rifugio per antonomasia: il grembo materno. Quanto amore fin dalla copertina, dove compare un bambino sorridente tra due grandi mani di donna.





Il ventre materno durante la crescita sarà seguito dai giochi, dalla biblioteca, dal giardino, dall'amore. Nessuna immagine stride, nessun particolare di troppo, colori vivaci e positivi, un linguaggio emozionante e musicale fanno di questo albo illustrato un regalo speciale per un nuovo nato o per un caro amico.





Rifugi
Emmanuelle Houdart
Logos
2015
pp. 32
da 9 anni

mercoledì 20 maggio 2015

Nati sotto il segno dei libri



Nati sotto il segno dei libri: con un titolo così l'avremmo comprato anche senza conoscerne gli autori. Il sottotitolo recita: Il bambino lettore nei primi mille giorni di vita ed è chiaro l'intento dei due autori di voler spiegare, in modo scientifico, l'importanza della lettura fin dai primi mesi di vita.
Sono cose note oramai da qualche anno; il progetto nazionale Nati per leggere è partito nel 1999 ed i risultati sono oggettivi. Lo dimostrano anche le statistiche, che parlano di veri lettori soprattutto nella fascia 0-6 anni, a dimostrazione del fatto che pediatri, insegnanti e genitori hanno compreso l'importanza dei libri e della lettura. Eppure non se ne parla mai abbastanza, se ancora oggi incontriamo mamme che non conoscono il progetto, pediatri che non se ne occupano ed insegnanti che non leggono libri ai loro piccoli utenti.
Benvenuta dunque a questa interessante pubblicazione ad opera di Luigi Palladin e Rita Valentino Merletti, entrambi esperti di letteratura per l'infanzia, che ci racconta in modo dettagliato e preciso, ma nello stesso tempo con un linguaggio chiaro anche per i non addetti ai lavori, dei primi tre anni di vita del bambino lettore, delle nuove scoperte delle neuroscienze e che fornisce persino una bibliografia esaustiva di libri per la prima infanzia da cui attingere per letture di qualità. 

Che altro aggiungere? Un papà (e non una mamma) in copertina, con il bimbo (di colore) sulla schiena ed una pila di libri tra le braccia, è un po' come la ciliegina sulla torta, una vera prelibatezza!

Nati sotto il segno dei libri. Il bambino lettore nei primi mille giorni di vita 
Luigi Palladin, Rita Valentino Merletti
Idest
2015
pp. 128
adulti

martedì 19 maggio 2015

Il Coccozecchiere e il Discello. Bestiario immaginario


E' quello che succede se un coccodrillo, una zebra e un formichiere si scontrano, si scompongono e si ricompongono: il Coccozecchiere appunto! E il Discello?




Stiamo tenendo una serie di incontri con il primo ciclo di una scuola primaria di primo grado, il filo che abbiamo scelto è L'inventario di... . Ogni settimana portiamo una serie di letture e un piccolo laboratorio che i bambini, con l'aiuto dell'insegnante, fanno insieme in classe. Il primo incontro ha visto come protagonisti gli animali, strani animali, come quelli del libro dei Topipittori, Scompiripiglio, ma anche animali più o  meno... normali. 
Ed ecco a voi il (loro) magnifico bestiario!










Scompiripiglio!
Studio Euphrates

Topipittori
2013
da 4 anni

lunedì 18 maggio 2015

Biblioburro: Buon compleanno boa!



Era il compleanno di Boa.
Sarebbe stato il più bello di sempre.
O almeno così sperava lui.

Aveva invitato tutti i suoi amici,
che gli avrebbero portato tanti regali fantastici.
Ma andò davvero così?











Non andò proprio così! Gli amici arrivano alla festa di compleanno con una serie di bellissimi regali... ma per Boa totalmente inutili. Come può suonare un piano o mettersi le muffole se non ha le mani? O prendere a calci un pallone senza piedi? Ancora peggio, vero che sono di gran moda nella giungla, ma un paio di occhiali da sole sono veramente utili per chi non ha naso né orecchie? Il colpo di grazia glielo dà l'amico stercorario, presentandosi con un grossa pallina di ci-siamo-capiti-cosa-vero?



Boa è deluso, arrabbiato e triste. Non è il miglior compleanno di sempre, ma il peggiore. Come tutti i cuccioli (umani compresi) ha delle aspettative, è agitato, trepidante, è il suo compleanno! Boa incassa le delusioni una dietro l'altra, con educazione, perché non si possono deludere gli amici, che invece sono al settimo cielo (forse quei regali erano più adatti a loro che a lui?) Ma proprio quando sembra che la situazione stia andando di male in peggio... tutto si ribalta. Perché quella grossa palla di letame forse nasconde qualcosa, che con un po' di acqua si trasforma nel più bel regalo di sempre...

Non è la prima volta che Jeanne Willis e Tony Ross lavorano insieme, l'albo di Nicola Passaguai è anche nella selezione Nati per Leggere. Con ironia creano e illustrano storie divertenti, che suscitano aspettativa (Cosa gli avrà regalato? Forse un paio di calze?) che poi si scioglie in una bella risata finale!

Buon compleanno boa!
Jeanne Willis, Tony Ross
Il Castoro
2015
da 5 anni 

venerdì 15 maggio 2015

Che buoni i broccoli!


Ovvero... la (schifosa) verdura alternativa.
Quando abbiamo detto ai bambini "Oggi si gioca con i broccoli!" ne abbiamo osservato uno in particolare diventare tutto bianco, che seriamente preoccupato si è avvicinato e con voce sottile ha detto "No! No! A me non piacciono i broccoli". Si è ricreduto solo alla fine dell'attività, ma neanche troppo, era quasi ora di pranzo, se n'è andato dalla biblioteca con un velo di timore per il pranzo che lo aspettava a scuola... si vedeva benissimo!


TimbrOrto è l'attività che abbiamo proposto ai piccoli di una scuola materna, in collaborazione con la biblioteca che ci ha ospitate, con verdura (un po' stagionata...) spugne e colori.
Certo, Bruno Munari docet; nel libro Rose nell'insalata propone un'attività molto divertente e (come sempre) istruttiva con materiale naturale.

Le indicazioni fornite dalle insegnanti erano chiare: letture sul cibo e un laboratorio molto manuale per i bambini.
E così i piccoli artisti si sono divertiti sezionando broccoli verdi, patate, cavolfiori, mele, fondi di radicchio ed hanno stampato, stampato e stampato...