Pagine

Translate

giovedì 19 novembre 2015

Biblioburro: Sibilla nel cappello



"Sia chiaro: io non scrivo il diario.
Cioè, lo scrivo ma non vorrei farlo.
Infatti lo scrivo perché lo DEVO fare.
E DEVO lo scrivo in maiuscolo perché è un compito che mi ha dato la prof."













A Federica piace: disegnare e colorare, il mare, andare in bicicletta, i ricci nei capelli, il formaggio e il succo di fragola, i ragazzi con i capelli rossi, andare in giro da sola, le canzoni allegre e il mare (due volte perché le piace proprio tanto).

A Rossana non piace fare i compiti e andare in vacanza dalla nonna, in un posto che non si ricorda nemmeno come si chiama. 

Michela pensa di essere finita in un paese di pazzi (uno forse lo è davvero) in cui dei ragazzini (uno molto carino) si contendono un enorme pesce gatto chiamato Sibilla. 
Tra indagini, tranelli, buffi personaggi e rapimenti l'estate e la vacanza si rivelano essere più divertenti del previsto.
E Nina, (non Federica, Rossana o Michela) in quella vacanza scopre che è molto meglio essere se stesse che fingersi qualcun altro.




Alla redazione di questo libro ha collaborato un gruppo di ragazzi che ha partecipato attivamente nella lettura delle bozze e nella selezione delle immagini, per questo ha il marchio "Approvato redazione ragazzi". Inoltre la casa editrice Biancoenero utilizza la font di alta leggibilità...così è tutto più facile!

Sibilla nel cappello
Luisa Mattia
Biancoenero
2015
pp. 58
da 9 anni

Nessun commento:

Posta un commento