Pagine

Translate

lunedì 16 novembre 2015

Biblioburro: Buffa bestia


"Guarda un po' che brutta bestia
ho trovato sotto il letto."

















Sotto il letto si trova di tutto! Mostri, coccodrilli, fantasmi. Ma trovare una creatura buffa “fatta come un uovo, grassa sopra e magra sotto” è proprio una sorpresa. Piano piano la strana cosa prende vita e dalla grossa testa spuntano dei piedi e una coda lunga e stretta. E poi al posto dell'ombelico ha un naso con dei baffetti spelacchiati e degli occhi tondi e piccoli. Ma la cosa più ridicola è che ha le orecchie al posto dei piedi. Ma...ma capovolgendo il libro scopriamo che la buffa bestia altro non è che un simpatico topolino!


Era evidente! Il libro però non finisce qui, perché scorrendo le pagine leggiamo l’altra storia, quella del povero topo che piano piano è diventato liscio, panciuto e pelato come un uovo. Ma capovolgendo il libro...qualcosa spunta da sotto il letto...
Appena si apre il libro si scopre che la storia inizia subito: fondo scuro, sulla pagina di destra una forma grigia e sotto un testo in stampato maiuscolo e una freccia che invita il lettore a girare pagina e a scoprire cosa sta succedendo. Arrivati in fondo al libro invece di terminarlo, la freccia invita il lettore a girare il verso del libro e a leggere una nuova storia (o la continuazione?).
Un libro-gioco decisamente fuori dal comune quello che viene proposto da Mon Daporta e Oscar Villan. Poche pagine, poche parole e un’unica illustrazione che si arricchisce di nuovi dettagli o si sgretola a seconda di come la si legge. Il testo, se letto a voce alta, diventa una musica bellissima, allegra, misteriosa che come un'onda crea e distrugge in un moto perpetuo una bestia/topolino.

Buffa bestia
Mon Daporta, Òscar Villàn
traduzione di Elena Rolla
Kalandraka
2015
da 3 anni

Nessun commento:

Posta un commento