Pagine

Translate

venerdì 4 settembre 2015

Aperta-Mente. La divulgazione per ragazzi tra scienza e conoscenza


Due giorni densi di albi illustrati, italiani e stranieri, raccontati da chi di libri se ne intende: un corso di aggiornamento dedicato a insegnanti, bibliotecari, promotori della lettura (come noi!), genitori e studenti universitari organizzato da un gruppo di biblioteche. Due giorni per analizzare il libro come strumento (anche) di divulgazione scientifica.
Come si possono insegnare le scienze attraverso gli albi illustrati (o picture books)? Attraverso le molteplici possibilità di lettura che un albo offre! Perchè, lo ripetiamo sempre anche noi, i libri offrono molto più di ciò che in apparenza dicono. Un libro come Ti faccio a fettine edito da Topipittori, è più  di un libro di indovinelli: offre spunti per parlare di natura, di botanica, di geometria, di arte...

















Il piacere di leggere un albo illustrato sta nello scoprire, imparare e apprendere attraverso gli input che l'illustratore ci offre: colori, forme, dettagli particolari. L'osservazione di un'illustrazione è utile per dar modo al bambino di creare ricostruzioni personali di ciò che vede nel suo contesto di vita quotidiana, e di condividerle con i compagni.



Giulia Mirandola promotrice della lettura, Paolo Canton editore di Topipittori, Cristiana Bianchi referente per il Progetto Scuola Montagna presso Iprase e Maria Lunelli bibliotecaria di Pergine Valsugana hanno condotto i lavori di giovedì 3 settembre. Oggi è il turno di Debbie Bibo consulente editoriale e di Nicola Galli Laforest di Hamelin Associazione Culturale.

Per maggiori informazioni questo il blog dell'iniziativa. 

Ti faccio a fettine
Chiara Armellini
Topipittori
2015

Nessun commento:

Posta un commento