Pagine

Translate

martedì 10 febbraio 2015

Biblioburro: L'isola di Arcangelo






"Arcangelo era il suo vero nome ma se lo sentiva pesare addosso e allora si faceva chiamare Gelo, per darsi il tempo di capire chi fosse. Gelo era un bel nome da offrire al paese e tutti, proprio tutti, dicevano che gli stava a pennello, selvatico e ostile com'era."









Perché davvero Gelo, che vive all'isola d'Elba, è così; selvaggio e forse anche un po' matto, crede alle favole e agli elfi di montagna... non va più a scuola, aiuta il padre nella vigna e poi sta tutto solo nel bosco, che tanto ama. E' forse proprio questo ad attirare Kate, che arriva sull'isola al seguito di due genitori che viaggiano molto per lavoro e che comincia ad essere insofferente di tanti drastici cambiamenti.
Un romanzo breve, secco, ma delicato e completo. La collana Il serpente a sonagli della casa editrice Beisler raccoglie ottime pubblicazioni per questa delicata fascia di lettori.
L'autrice Luisa Mattia ha all'attivo diverse pubblicazioni per ragazzi ed ha ricevuto il Premio Andersen nel 2008.

L'isola di Arcangelo
Luisa Mattia
Beisler
2014
pp. 95
da 12 anni

Nessun commento:

Posta un commento