Pagine

Translate

mercoledì 23 aprile 2014

Evviva i libri!


E' proprio una bella settimana questa: ieri era la Giornata mondiale della Terra, oggi invece è tutta dedicata al libro. Che bello! Per chi come noi con i libri passa gran parte del tempo è un po' come un compleanno. Ma di quelli importanti! 
Sono davvero tante le attività che vengono proposte, non solo in questa giornata, ma anche per tutto il mese di maggio. Sul sito il maggio dei libri potrete trovare quello che fa per voi.


Di questo libro (da cui abbiamo tratto l'immagine) ne abbiamo parlato qui. Lo riconoscete?

venerdì 18 aprile 2014

BuonaBiblionotte libri!


Dormire in biblioteca è sempre un'esperienza elettrizzante e piacevole, soprattutto quando non si conoscono i bambini e dunque tutta l'attività è un vero e proprio mistero: si divertiranno? Le storie piaceranno? Saranno più i grandicelli o più i piccolini? Il laboratorio piacerà? E soprattutto... dormiranno? Ci facciamo tante domande, ma quella che alla fine ci preoccupa di più è l'ultima! Eh, già, perché noi lavoriamo con i bambini, leggiamo i loro libri, a volte pensiamo come loro, ma avere tutta l'energia che li tiene costantemente in movimento e attenti (e svegli!) è difficile. 
Alla fine è meglio così: dormire in biblioteca per loro vuol dire passare una (spesso la prima) notte fuori casa, senza mamma e papà, nonni o zii, in una biblioteca... luogo misterioso e silenzioso. Chi glielo fa fare di stare buoni buoni e di dormire come nel loro letto?

L'attività di laboratorio è stata intensa, ma siamo state supportate dalla brava bibliotecaria (che li conosceva tutti per nome): abbiamo decorato la nostra cuffia da notte e fatto il pon pon colorato da attaccare all'estremità. Che bello vedere i bambini lavorare con la fantasia! Ognuno di loro ha creato un berretto personalizzato, e questo ci ha sorpreso, di solito fanno i furbi e si copiano tra di loro. Invece questa volta hanno davvero dato il meglio, utilizzando tutto il materiale che avevamo organizzato: pennarelli, stoffe, lane colorate.


Dopo il lavoro manuale, che non li ha stancati per niente, è stato il turno delle storie al buio. Un po' magiche, con l'aiuto di un telo nero e di un colore che si illumina al buio, un po' di paura... anzi, per niente di paura (bambini coraggiosi) ma tanto da ridere e da divertirsi. Così siamo arrivati alla mezzanotte; qualcuno sbadigliava, qualcuno rallentava un po' il ritmo...ma nessuno aveva voglia di cedere. E allora via con lo spuntino: pane e Nutella e un bicchiere di aranciata, se lo sapessero mamma e papà!! Il lato negativo di questo goloso intermezzo è che la cioccolata ha dato loro la giusta energia per una notte quasi in bianco...



Sorvoliamo sulle ore che passavano... e passavano... e passavano e qualcuno resisteva. Sorvoliamo sulle tossi insistenti di alcuni, arrivati già mezzo influenzati ma decisi a non perdersi l'occasione di (non) dormire in biblioteca. Sorvoliamo su quanta pipì possano produrre esseri tanto piccoli di notte (e soprattutto sulla questione contagiosa della pipì che scappa a tutti, ad un certo punto). Sorvoliamo sulle (nostre) facce quando è spuntato il giorno. Soffermiamoci un po' invece sullo spettacolo mattutino che ci ha accolte al risveglio, con il silenzio che regnava sovrano e la quiete dopo la tempesta (oltre alla moka del caffè!).  


Ancora, soffermiamoci sulla golosa colazione al bar, con latte e biscotti, tutti insieme, sorridenti e con il berretto in testa.

Così piano piano la notte è scivolata via e i bambini sono tornati a casa, soddisfatti e pieni di cose da raccontare a mamma e papà. Un'esperienza del tutto positiva, che ci ha lasciate stanche ma decisamente soddisfatte. 
Potere dei libri, di nuovo!









giovedì 17 aprile 2014

Biblioburro: L'innaffiatoio


Era nato fra gli scaffali di un negozio di fiori,
in mezzo ad altri innaffiatoi dal costume variopinto.
Gli piaceva sentire l'aroma della rosa e dei fiori di lillà.
Ogni giorno grandi mani e pazienti lo trasportavano da un fiore all'altro, pieno di acqua cristallina. Si chinava così di fronte alle margherite e ai girasoli per innaffiarli generosamente; in alto la testa, in basso la testa...






Sarà che con l'arrivo della primavera c'è voglia di fiori, di profumi, di lavorare la terra e di veder crescere qualcosa. E per innaffiare terra e fiori, cosa c'è di meglio di un annaffiatoio che assomiglia ad un simpatico elefante? Erika Cunja, ci racconta una bella storia con protagonista un annaffiatoio che odia la monotonia e che se ne va dal negozio di fiori per cercare il suo posto nel mondo. Le prova tutte: diventa un porta matite colorate, un eccentrico cappello per signora, finisce in una vetrina piena di oggetti vintage. Ma niente! L'ondata improvvisa di malinconia arriva sempre ad un certo punto e il povero annaffiatoio si ritrova a vagare senza meta. 
La storia, naturalmente, ha il lieto fine, un posto per nulla monotono lo trova anche lui, perché ognuno di noi ha diritto ad essere felice, basta non perdere mai le speranze.

L'innaffiatoio
Erika Cunja
Valentina Edizioni
2014
da 5 anni

mercoledì 16 aprile 2014

Aprile negli asili


Siamo già in aprile, la primavera è ufficialmente sbocciata e il nostro lungo pacchetto di letture a cadenza mensile si sta per concludere. I bambini ci aspettano con entusiasmo, partecipano alle letture e si dimostrano davvero interessati ai libri che portiamo e non hanno più paura di noi (questo in realtà non è mai successo!). 
Abbiamo iniziato questo percorso in ottobre, portando libri accattivanti, brevi ed interattivi, e siamo arrivate in aprile con libri sempre più accattivanti ed interattivi e con storie sempre più lunghe. Perché ormai li abbiamo conquistati! Anche i più temerari e scatenati si sono lasciati convincere da questo oggetto misterioso e affascinante che si chiama Libro.

martedì 15 aprile 2014

Biblioburro: Romeo & Giulietta



Mario Ramos è un autore che continuiamo a mettere nella nostra valigia di lettrici: perché fa scoppiare a ridere i bambini, letto a voce alta; perché ancora qualche grande non lo conosce, e non sa cosa si perde; perché sa dire molte cose importanti in modo allegro e scanzonato; perché ne abbiamo già parlato qui... ma forse non basta. La casa editrice Babalibri, che ha tradotto in italiano molte delle sue storie, ha da poco pubblicato il suo ultimo libro.



Romeo è un grosso elefante molto molto timido, che gli altri animali prendono in giro chiamandolo Pomodoro, dato che arrossisce per un nonnulla. Romeo allora inizia ad uscire solamente di notte, per evitare di essere visto...




... ed è proprio durante una di queste sue uscite notturne che incontra Giulietta, una topolina a cui invece il colore rosso piace molto.
Una storia d'amore dolcissima per la quale l'autore utilizza i nomi dei due innamorati più famosi del mondo, ma che in questo caso troveranno un lieto fine. A dimostrazione che l'amore può aiutare a superare le diversità (si può essere più diversi di un topo e di un elefante?). Grazie Ramos! Se cominciamo a dirlo ai bambini, forse lo capiranno anche i grandi!
Il libro può aiutare anche a superare la timidezza. Subito ci vengono alla mente immagini di piccoli che abbiamo incontrato nelle scuole materne questa settimana: occhioni dolci e bocche serrate, di fronte ad insistenti tentativi di maestre che vorrebbero sentirli parlare tutti, questi bambini, dopo ogni storia ascoltata, quando è chiaro che ognuno ha i suoi tempi e le sue timidezze...
Lo ribadiamo ancora una volta, dunque: Mario Ramos è da leggere tutto!

Romeo & Giulietta
Mario Ramos
Babalibri
2014
pp. 32
da 5 anni

lunedì 14 aprile 2014

Biblioburro: Bianca



Bianca ha un'idea fissa, il colore bianco. Per gli abiti, per i giochi, per gli animali, e il suo libro preferito è Biancaneve. Ma un giorno si innamora di Hugo, che è... nero!


Una storia d'amore, che dice tutto con pochissime parole e con illustrazioni pulite ed essenziali, in nero su fondo bianco. Un libro minimalista in perfetto stile Corraini. Abbiamo conosciuto Fausto Gilberti alla Fiera di Bologna presso lo stand della casa editrice; l'editore ce lo ha presentato e subito lui ci ha fatto una bellissima dedica sul suo libro precedente, L'orco che mangiava i bambini (leggete anche questo ai bambini! I più piccolini si accoccoleranno in braccio alla mamma e vi ascolteranno con gli occhi scuri e preoccupati... ma solamente se si tratta di bambini golosi; gli altri non correranno alcun rischio!).



La casa editrice Corraini a Bologna è stata premiata come miglior editore europeo ed ha ricevuto il compito di realizzare la copertina del catalogo 2015 di Bologna Children's Books Fair.
L'albo è scritto anche in inglese, perciò i lettori più grandi potranno gustarselo doppiamente, leggendolo in italiano ed anche in inglese.  

Bianca
Fausto Gilberti
Corraini 
2013
pp. 32
da 5 anni

venerdì 11 aprile 2014

Biblioburro: Un serpente per ospite



Polly trasforma il giardino di casa in un Albergo per animali; all'attivo ha già due porcellini d'India che mangiano troppo, un grosso merlo che canta continuamente, ed ora persino Doris... un serpente! Carino e docile, certo, ma serpente comunque... La madre di Polly non è proprio entusiasta di questa situazione e ad un certo punto...
Un libro dal formato piccolo, con illustrazioni colorate, dell'autrice del famoso Gruffalò, per lettori che iniziano a leggere da soli, aiutati anche dal carattere di alta leggibilità utilizzato dalla casa editrice.

Un serpente per ospite
Julia Donaldson
Sinnos
2014
pp. 74
da 6 anni

giovedì 10 aprile 2014

Biblioburro: Hank Zipzer e la pagella nel tritacarne. Hank Zipzer e il giorno dell'iguana



 
















Perché non tutti ancora lo conoscono, perché i bambini scoppiano sempre a ridere quando a voce alta leggiamo i dieci motivi per cui "non dovrei svolgere il tema assegnato dalla signorina Adolf", perché la casa editrice ci ha assicurato che ce ne sono in programma molti altri futuri episodi... per tutta questa serie di perché ed anche ma soprattutto perché Hank Zipzer a noi piace sul serio, vi consigliamo oggi gli ultimi (per ora) due episodi. 
Del primo abbiamo parlato qui; è finalista al Premio Andersen per la fascia 9-12 anni.
Il protagonista è sempre lui, Hank Zipzer, dislessico, intelligente e molto creativo. 
In La pagella nel tritacarne, Hank ha ricevuto diversi quattro in pagella e pertanto non intende mostrarla ai suoi genitori... ne seguirà una vicenda avventurosa e divertente al termine della quale, finalmente, Hank potrà fare un test per valutare le sue reali difficoltà di apprendimento.
In Il giorno dell'iguana l'amicizia del gruppo Magik 3 sarà messa a dura prova, ma la sorella di Hank Emily Grace detta anche Miss Perfettina si offrirà di aiutarlo e l'iguana Katherine deporrà ventitré uova.

Tutti i libri di Hank Zipzer sono illustrati da Giulia Orecchia e sono scritti con il carattere di alta leggibilità, caratteristica che distingue la casa editrice Uovonero, ma anche Sinnos e Bianconero, e ci pare giusto sottolinearlo, a maggior ragione dato che si tratta di "nostri" editori.

Hank Zipzer e la pagella nel tritacarne
Henry Winkler, Lin Oliver
Uovonero
2013
pp. 216
da 9 anni

Hank Zipzer e il giorno dell'iguana
Henry Winkler, Lin Oliver
Uovonero
2014
pp. 154
da 9 anni

mercoledì 9 aprile 2014

Biblioburro: Akiko e il palloncino





Un nuovo albo illustrato da Komako Sakai! Da pochissimo uscito con la casa editrice Babalibri (insuperabile nelle pubblicazioni per piccolini), che della stessa autrice aveva pubblicato anche Anna si sveglia, entrato a pieno titolo nell'ultima bibliografia Nati per leggere del Trentino, e i precedenti Giorno di neve e Nell'erba.
Un libro che racconta il legame tra una piccolina ed il suo palloncino. Tutti i bambini conoscono la delusione di veder volare via il proprio palloncino, magari legato al polso, anche la sottoscritta, non più tanto bambina. 




La madre di Akiko, la protagonista della storia, invece glielo lega ad un cucchiaino per non farlo scappare, e la piccola ci gioca quasi fosse un fratellino, arrivando persino a preparargli da mangiare. Fino a quando il vento non ci mette lo zampino ed il palloncino finisce impigliato tra i rami di un albero...
L'autrice è bravissima a raccontare piccoli ma significativi episodi della vita quotidiana dei bambini, attraverso illustrazioni poetiche e piene di dolce magia.

Akiko e il palloncino
Komako Sakai
Babalibri
2014
pp.36
da 3 anni

martedì 8 aprile 2014

Biblioburro: La mia città è



Lei ci piace assai, glielo abbiamo dichiarato più volte. Abbiamo avuto la fortuna di conoscerla tempo fa e da allora non ce la facciamo scappare ogni volta che possiamo. D'altra parte, come non riconoscere la passione e la competenza quando si incontrano? E' un'insegnante di scuola primaria di primo grado di cui abbiamo già parlato qui, che legge in classe ogni giorno albi illustrati, il dono d'amore più grande che si possa fare ai propri alunni.
Il nostro biblioburro di oggi è legato al suo, che questo albo lo ha già utilizzato (e ti pareva, Anto!); ci piacerebbe continuare questa "relazione a distanza" per spiegare concretamente, anche dal punto di vista di un'insegnante, l'importanza e la bellezza dei libri.


La mia città è verde...


... è gialla...

Un albo che si presta a diverse funzioni: parlare di colori, di stagioni, di rispetto ambientale, di diversità...
Il libro è frutto del lavoro di un gruppo di artisti che hanno chiesto ai bambini di Roma, Parigi e Londra come vedono la loro città. Un'interessante prospettiva, quella dei bambini, semplice ma mai scontata!

La mia città è
Mook
Edizioni corsare
2013
pp. 48
da 4 anni

lunedì 7 aprile 2014

Biblioburro: Evviva i libri!



Sarà che è appena finita la Fiera del Libro di Bologna, sarà perché la primavera è esplosa, sarà perché siamo reduci da Una biblionotte con i libri... sarà per tutti questi motivi che respiriamo libri (più del solito), esultiamo con i libri, pensiamo come fossimo dentro i libri? Che cosa splendida, non trovate?
La casa editrice Gribaudo ci viene incontro con questo albo illustrato appena tradotto in italiano tutto dedicato ai libri e alla lettura. Ma quante cose si possono fare con un libro? Quante cose può essere un libro? 




Un viaggio nei libri come oggetti con cui familiarizzare, fin da piccolissimi; ma anche libri per giocare, per ridere, per superare le paure... libri da portare con sé dappertutto e sempre...



Ma come è possibile ancora farne a meno?
Qui una bellissima anticipazione della versione originale inglese, consigliata a partire da 1 anno.

Evviva i libri!
Jane Blatt
Gribaudo
2014
da 3 anni (ma anche prima!)

venerdì 4 aprile 2014

Biblioburro: Le folli avventure di Eulalia di Potimaron. Un'amazzone a corte





"Come si può capire, padre, di essere innamorati?".
"Domanda difficile. A volte, la situazione è chiara, la mente non riesce a pensare ad altro che alla persona amata. Ma, a volte, non lo sappiamo.
"Si può scegliere la persona da amare?".
"Sventuratamente, o per fortuna, non si può."









Siamo arrivati al quarto episodio di Eulalia, che ora ha compiuto tredici anni e che continua ad essere la madamigella d'onore di Maria Luisa d'Orlans alla Corte del Re Sole. Dopo qualche settimana di vacanza a casa del padre, la ragazza tornerà a Versailles dove la aspettano l'amica Costanza e Filippo, il duca di Chartres. Mentre Maria Luisa e Luigi di Francia si fidanzano segretamente, anche tra Eulalia e Filippo nasce qualcosa di più di un'amicizia.
Programmata per il prossimo autunno la nuova avventura di Eulalia di Potimaron.

Le folli avventure di Eulalia di Potimaron. Un'amazzone a corte
Anne Sophie Silvestre, Amelie Dufour
Lapis
2014
pp.223
da 10 anni

giovedì 3 aprile 2014

Biblioburro: Il trattore della nonna; Tito Lupotti; Una bambola per Alberto



La nonna guida il trattore e lavora in campagna ma non trascura di mettersi prima il lucidalabbra al gusto lampone; il nonno lava i piatti, cucina una crostata alla marmellata e si occupa del bucato, ma non dimentica di scaricare le sue mail e di chiacchierare con i suoi amici lontani via radio CB ... 



Il lupetto Tito non ha alcuna intenzione di proseguire la tradizione di famiglia diventando un feroce cacciatore, perché a lui la caccia non piace per niente e la sola carne che intende mangiare è quella acquistata in macelleria. Il suo più grande desiderio è fare il fioraio, ed ovviamente papà Lupo avrà il suo bel daffare per convincerlo che quella non è una professione... da lupi!



Alberto desidera tanto avere una bambola, ma suo fratello ed il suo amico lo prendono in giro ed il padre continua a regalargli altre cose, da maschio appunto: un trenino elettrico, un pallone da basket... Il suo desiderio è però più forte dei loro pregiudizi e complice una nonna sensibile e premurosa...

Questi i primi tre titoli della nuova collana Sottosopra della casa editrice EDT Giralangolo, diretta da Irene Biemmi, che si occupa dell'identità di genere ed è contro gli stereotipi. La collana è stata presentata alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna pochi giorni fa.
"Cose moderne", avrebbe detto mia nonna che si limitava a fare il formaggio ma non avrebbe mai guidato il trattore, io aggiungo... "Era ora!". Anche perché considerando l'attuale produzione editoriale specifica per questa fascia d'età e le recenti polemiche sulle "presunte fiabe gay" la questione è ancora molto aperta. 

Il trattore della nonna
Anselmo Roveda, Paolo Domeniconi
EDT Giralangolo 
Collana Sottosopra
2014
pp.32
da 3 anni

Tito Lupotti
Marie-OdileJudes, Martin Bourre
EDT Giralangolo 
Collana Sottosopra
2014
pp.36
da 3 anni

Una bambola per Alberto
Charlotte Zolotow, Clothilde Delacroix
EDT Giralangolo 
Collana Sottosopra
2014
pp.20
da 3 anni

mercoledì 2 aprile 2014

Biblioburro: Un cucciolo per Nina


Nina vorrebbe avere un cucciolo per "fargli le coccole e raccontargli tutti i suoi segreti" e, si sa, per queste cose mamma e papà non vanno bene: mamma svelerebbe i suoi segreti a papà, che a sua volta punge troppo per darle tutti i baci che lei desidera. E dato che loro non ne vogliono sapere, Nina decide lo stesso di avere un cucciolo, utilizzando dapprima il suo lupo peluche e poi il fratellino Teo... riuscirà ad averla vinta?
Abbiamo già conosciuto la simpatica Nina, con i suoi codini spettinati e le sue gote rosse ne Il ciuccio di Nina della stessa coppia di autrici, (che ha scritto anche Glub!), oramai considerato un classico e che i genitori chiedono ancora in biblioteca come "libro per togliere il ciuccio al mio bambino".
Un albo illustrato divertente e simpatico. 

Un cucciolo per Nina
Christine Naumann-Villemin, Marianne Barcilon
Il castoro
2014
pp. 32
da 4 anni