Pagine

Translate

lunedì 24 novembre 2014

Biblioburro: Susan la piratessa




Susan non è adatta alla tranquillità, non ha l'animo giusto per condurre una normale vita da ragazzina di fine '700. Susan ama l'avventura, sogna di solcare i mari e di vivere pericolose avventure come il marito di sua mamma, partito per mare e mai più tornato. Ad accorgersi di questa sua indole ribelle è proprio la madre, che le taglia i capelli color miele, le infila un paio di pantaloni e la spinge ad andare per il mondo. Susan non si lascia intimidire, anzi, sarà riconoscente alla madre per tutta la vita di averle dato la possibilità di rinascere e piena di coraggio, all'età di 12 anni, parte all'inseguimento del suo sogno: diventare un pirata. La storia di Susan non è la prima su una donna pirata: Carola Susani riprende le vicissitudini di due piratesse, Anne Bonny e Mary Read, figlie illegittime come Susan, vissute nel '700 che per anni hanno animato i mari del Sud. Nel lungo racconto l'autrice descrive luoghi, personaggi e fatti storici realmente accaduti, trasportando il lettore in meravigliose avventure. I racconti dei pirati affascinano i bambini, forse per i loro modi bruschi e misteriosi di vivere la vita. Il pirata è il prototipo del ribelle e dell'avventuriero che non ha paura di niente.  Simona Mulazzani, una delle illustratrici più acclamate del panorama europeo, descrive le vicissitudini di Susan con grandi immagini piene di energia che evocano il sogno. Un albo ben raccontato contro i pregiudizi, che dimostra (anche con la storia) che i sogni non hanno confini, nè di genere, nè di tempo.

Susan la piratessa
Carola Susani
Editori Laterza
2014
pp. 60
da 8 anni

Nessun commento:

Posta un commento