Pagine

Translate

martedì 14 ottobre 2014

Biblioburro: Nemmeno un giorno




"Guidare non è difficile. Almeno per me. Io guido i kart e questo mi aiuta. Difficile è stare calmi, tranquilli. Difficile è badare al navigatore e a tutte le cose che ci sono sulla strada, la strada vera, quella con i segnali, i semafori, le strisce. La gente. E ancora non basta.
Per quello che mi sono messo in testa di fare io, c'è che non si deve attirare l'attenzione." 









Leon parte di nascosto un pomeriggio con l'auto del padre. Vuole ritrovare casa sua, sua sorella, e desidera rivedere il padre. Leon infatti è stato adottato.E' minorenne e non ha la patente, ma sa guidare molto bene. 
Nemmeno un giorno durerà il suo viaggio, tra nuovi incontri, e sentimenti contrastanti (rabbia, paura, affetto), prima di scoprire cosa conta davvero nella vita.
Una storia al maschile che ricorda per i temi trattati Crystal della strada.  
I due autori sono molto noti nel panorama editoriale; entrambi vincitori del Premio Andersen, hanno lavorato insieme anche per la pubblicazione di Parole fuori
Un libro a quattro mani che scorre senza interruzioni. Bravissimi i due autori a lavorare in tale sinergia! 

PS: Il libro contiene anche un viaggio nel viaggio: un percorso musicale attraverso alcuni famosi brani musicali che Leon trova nell'autoradio del padre (dai Pink Floyd agli AC/DC, da Neil Young ai Queen).

Nemmeno un giorno
Antonio Ferrara, Guido Sgardoli
Il castoro
2014
pp. 138
da 13 anni

Nessun commento:

Posta un commento