Pagine

Translate

mercoledì 17 settembre 2014

Biblioburro: Marcellino






"Il piccolo Marcellino avrebbe potuto essere un bambino felice come tanti altri. 
Sfortunatamente, soffriva di una bizzarra malattia: si faceva tutto rosso. 
Si faceva tutto rosso per un nonnulla."











Per chi già conosce ed ama le storie del piccolo Nicolas, Marcellino sarà semplicemente una piacevolissima conferma. Sempé è uno degli illustratori più famosi del mondo, e qualcosa del monello che deve essere stato da bambino gli è rimasto addosso anche da adulto, se le sue vignette e le sue illustrazioni riescono ad essere tanto spassose e divertenti. 
Marcellino Sassetti è un bambino come tutti gli altri, tranne quando diventa rosso. E purtroppo diventa rosso molto spesso e senza alcun motivo; tanto rosso da cominciare ad evitare gli altri bambini. Un giorno conosce Renato Rastrelli, che a sua volta soffre di una malattia altrettanto bizzarra: starnutisce spesso senza avere mai il raffreddore. E così, mal comune mezzo gaudio, ecco che i due bambini diventano inseparabili.





Un dolce inno all'amicizia, una lettura perfetta per quei bambini che iniziano ad essere lettori autonomi, ma a cui le illustrazioni piacciono sempre molto. Un geniale mix di testo (poco e spostato tutto in basso) e piccoli disegni in bianco e nero (spesso con fumetti), che occupano l'intera pagina, un tocco di rosso sulle guance di Marcellino ed una copertina di colore rosso acceso. Un formato quasi quadrato rispetto al classico libro di narrativa. Brava ancora una volta la casa editrice Donzelli, che in Italia dello stesso autore pubblica interamente anche il Piccolo Nicolas.


Marcellino
Jean-Jacques Sempé
Donzelli
2014
pp. 128
da 7 anni

Nessun commento:

Posta un commento