Pagine

Translate

martedì 9 settembre 2014

Biblioburro: Lilli. Vietato parlare agli elefanti


"Quando Lilli tornò a casa si sedette sui gradini davanti al portone sorreggendosi la testa con le mani. Non voleva entrare. Di sicuro il papà e la nonna le avrebbero subito chiesto come fosse andata e preferiva non parlarne. Non voleva farli preoccupare. Mise le braccia attorno al collo del bastardino (o botolino come diceva suo papà quando gli chiedevano di che razza fosse Bonsai) e affondò la faccia nel suo pelo morbido. "E' stato orribile!" esordì senza giri di parole. "Peggio dell'ultima volta."








Per Lilli ricominciare in una nuova scuola è più difficile che mai. E non c'entra il suo nome, Liliana Ventolina, che suscita sempre delle risatine, e non c'entrano nemmeno i capelli rosso vivo o il carattere chiuso; quello che crea maggiori problemi alla piccola Lilli è un segreto che la rende vulnerabile e le porta a chiudersi in se stessa dando l'immagine di una bambina asociale e parecchio strana. Lilli ha un rapporto speciale con la natura, capisce cosa pensano e dicono gli animali, può parlare con loro e riesce a far crescere le piante e a far sbocciare i fiori semplicemente toccandoli o stando loro vicina (si è vero...sarebbe bello poterlo fare...almeno nei periodi estivi per gongolare sui balconi di casa).
Anche nella nuova scuola i problemi legati a questa sua capacità non tardano ad arrivare: Lilli è da subito presa di mira dal gruppo di ragazzine della sua classe e subisce atti di bullismo, con pestaggi e brutte parole. La conoscenza con Isaia però la aiuterà a superare questo ostacolo. I due infatti dovranno scambiarsi i rispettivi segreti (perché anche lui, che è il belloccio della scuola con tanto di gruppo fans, ne ha uno!) e insieme riusciranno a farsi accettare e pure a salvare uno zoo.



Lilli. Vietato parlare agli elefanti è il primo libro di una serie che sta spopolando in Germania. Con la sua semplicità narrativa Tanya Stewner riesce a trattare temi sociali e ambientali seri e purtroppo presenti come il bullismo tra ragazzi. L'illustratrice Cristina Spanò ha decisamente fatto un ottimo lavoro, partendo dall'immagine di copertina!

Lilli. Vietato parlare agli elefanti
Tanya Stewner, Cristina Spanò
LaNuovafrontiera junior
2014
pp. 174
da 9 anni

Nessun commento:

Posta un commento