Pagine

Translate

martedì 15 luglio 2014

Biblioburro: Telefono senza fili




Stiamo rallentando, è vero. Sentiamo forse la stanchezza o, più probabile, l'aria di vacanza. Anche il blog prosegue a rallentatore, ma non certamente le nostre letture, che invece aumentano. Stiamo già litigandoci i libri per l'estate!
Oggi vogliamo consigliarvi un libro speciale. 
L’autore Ilan Brenman sperimenta il gioco del telefono senza fili un giorno al ristorante per calmare diversi bambini chiassosi. L’immagine di quei bambini che sussurravano nelle orecchie di altri bambini gli è rimasta impressa nella mente ed ha così deciso di trasformare il gioco in un libro. Poiché però non gli venivano le parole, chiese aiuto all'amico illustratore Renato Moriconi, che per le sue tavole colorate si è rifatto al Medio Evo, quando erano i giullari a dare l’inizio alle recite e agli spettacoli.





Il libro si apre infatti con un giullare che sussurra qualcosa ad un re, che a sua volta... Una carrellata di personaggi diversi, legati tra loro a due a due, con un richiamo persino ai personaggi della famosa Cappuccetto rosso.
Il classico e famoso gioco del telefono senza fili, splendidamente illustrato e pubblicato dalla casa editrice Gallucci in un grande formato. Un gioco-libro senza parole perfetto anche per la spiaggia, oltre che per il ristorante, per inventarsi parole e storie nuove ad ogni (lettura) puntata.
Recentemente l'abbiamo sperimentato anche in una serie di letture estive, trasformando i bambini presenti nei diversi protagonisti della storia, ed ha funzionato!

Telefono senza fili
Ilan Brenman, Renato Moriconi
Gallucci
2014
pp.38
da 4 anni

2 commenti:

  1. Questo dev'essere davvero una meraviglia. Sto pensando a come si potrebbe usare con i bambini. E mentre postavo le mie riflessioni su Janosch, vi ho pensato infinitamente...
    Vi abbraccio

    RispondiElimina
  2. Carissima! Ti seguiamo sempre, bellissimo il vostro flashbook, ma ce siamo accorte in ritardo! Sei un mito Anto!!!
    B&I

    RispondiElimina