Pagine

Translate

giovedì 12 giugno 2014

Biblioburro: Al fuoco! Al fuoco!

 
Quella notte nella caserma dei pompieri, Orango, Oca e Paolino approfittano di un momento di calma per rilassarsi. All'improvviso suona l'allarme. Da qualche parte è scoppiato un incendio.













UUUUIIIII IIUUUU...
Non è il momento di rilassarsi, un vero pompiere deve essere sempre all'erta, Orango, Oca e Paolino lo sanno bene. E così in un lampo sono equipaggiati, pronti a ricevere istruzioni tecniche e bacini dalla mamma. Ogni pompiere ha dei compiti ben stabiliti: Orango deve pompare l'acqua dallo stagno, Oca aziona il potente aspiratore e Paolino, che è il pompiere più coraggioso del mondo, spegne l'incendio e soprattutto si getta senza timore tra le fiamme per salvare la nonna e il suo pesce Bobolla che sono rimasti intrappolati. 
Solo all'alba i tre amici possono tirare un sospiro di sollievo. Che avventura! 



Leggere questo albo è come giocare ai pompieri con un bambino; Adrien Albert trascrive e illustra quello che la fantasia di un bimbo produce mentre gioca sul tappeto di casa. Il ritmo incalzante, le scene che si susseguono con naturalezza ma nulla è tralasciato, dall'abbigliamento dei pompieri, ai compiti di ognuno e soprattutto dall'organizzazione dei pompieri. Orango si ferma allo stagno a pompare l'acqua e solo al fischio di Paolino si mette al lavoro e instancabile non molla fino alla fine. Arrivati sul luogo dell'incendio gli altri due per prima cosa mettono al sicuro tutta la gente, poi cominciano a spegnere l'incendio. Oca preme il pulsante viola per l'aspiratore (che è diverso da quello verde che invece è "divano" e da quello blu che è "razzo"), e Paolino salva la nonna (una moderna signora con stivali gialli con tacco e sbarazzini capelli viola) con intrepido coraggio, attaccandosi al lampadario e saltando da una finestra.

Che nottata per Paolino! Insieme ai suoi amici ha salvato la nonna dalle fiamme e ha riportato la serenità nella città. Non poteva andare diversamente. E' ora di ritornare in caserma e magari di farsi dare qualche altro bacino dalla mamma, in attesa di vivere un'altra emozionante avventura.

Al fuoco! Al fuoco!
Adrien Albert
Babalibri
2014
pp. 36
da 4 anni

Nessun commento:

Posta un commento