Pagine

Translate

sabato 31 maggio 2014

Un castello di Fiabe

Lasciateci questo vanto...in fondo non è la prima volta che facciamo le principesse al castello! Finché un drago non viene a rapirci noi (se ci invitano) stiamo lì, nel castello. E se poi arriva un principe (anzi, meglio due, che litigare non ci piace... soprattutto se il suddetto principe è dell'una o dell'altra) a salvarci...pazienza! Vorrà dire che ci faremo salvare.


Comunque, siamo tornate al Castello di Stenico e questa volta i nostri cavalieri e le nostre dame erano bambini di prima e seconda elementare (dire primaria non ci piace mica tanto), arrivati a destinazione dopo una bella camminata.

Naturalmente il filo dei racconti non poteva che essere annodato da Re, Regine, principesse e nobiltà varia. Tutti comodamente seduti nel suggestivo cortile interno del castello a gustarsi la storia del re che accidentalmente si siede su uno spillone e... ahilui! Nessuno vuole toglierglielo perché duca, marchese, maggiordomo... non si sentono all'altezza. Solo un lavoro di squadra potrà riportare la serenità sul viso del Re.

                       
   

Il mostro che amava le storie è un classico, ha quel sapore proprio di storia d'altri tempi che la rende sempre piacevole all'ascolto, e soprattutto offre interessanti spunti a quei bambini che "farebbero fuori" i mostri solo a colpi di pugni o con qualche brutta arma! Infatti, il protagonista Valentino sconfigge il terribile drago a suon di racconti di imprese gloriose.











Abbiamo giocato con il libro di Leo Timmers, Sono io il re, anche se non è ambientato in un castello. I buffi animali che si rubano la corona a vicenda fanno sempre ridere i bambini. Così pure La principessa con il dito in bocca, che passa notte e giorno sempre con il pollice in bocca, rendendo incomprensibili le frasi da lei pronunciate. In effetti, ci abbiamo provato anche noi, non è semplice dire "c'è una volpe!".


Per rilassarli (anche se dopo la camminata non ce n'era davvero di bisogno) è arrivata La principessa sbadiglio che, forse per noia, fame o sonno non smette mai di sbadigliare, contagiando tutti: il re, la regina, i ministri...persino il cane e il gatto del giardiniere.


Sarà stata l'atmosfera del castello (davvero molto bello), i bambini partecipi e attenti, le maestre con il sorriso, le simpatiche canzoni che ci hanno cantato alla fine delle storie...chissà..però è stata proprio una bella mattina!
E bravo il bibliotecario che ha queste idee: di spedirci al castello a raccontar storie ai bambini.

Sono io il re
Leo Timmers
2007
Clavis
da 5 anni

La principessa col dito in bocca
René Gouichoux, Gitte Spee
2008
Fabbri editori
da 4 anni 

Il mostro che amava le storie
Sabine De Greef
2004
Babalibri
da 5 anni

Il sedere del re
Raquel Saiz, Evelyn Daviddi
2007
Logos
da 5 anni

La principessa sbadiglio
Carmen Gil, Elena Odrizola
2007
Logos
da 5 anni

Nessun commento:

Posta un commento