Pagine

Translate

mercoledì 7 maggio 2014

Biblioburro: Storia randagia


Veniva dal mare, bianco, tagliente, prepotente...
vento randagio. Sollevava pugni di sabbia,
gonfiava le sdraio, spettinava i gabbiani.
Portava con sé nebbie d'autunno, onde schiumose,
luce di fari, colori rubati con antica maestria,
da sempre e per sempre. Sibilava incalzante,
fischiava insolente, s'intrufolava invadente.

Storia randagia è un libro che racconta una storia delicata, sospesa nel freddo vento che muove e solleva tutto, che porta scompiglio e che porta lontano la protagonista di questa storia. Arriva all'improvviso il vento randagio, a sollevarla dalle zampe del gatto Pippo, a portarla via dalle carezze di nonna Iole, a farla volare laggiù in riva al mare a riempirsi di sabbia e a scompigliare il suo bel colore rosso, o a passare tra i bisbiglii di misteriosi personaggi. L'arrivo di un cane nero, e poi un altro, tutti la tirano la spettinano e poi la lasciano. 

Scompigliava il mondo,
si burlava degli uomini,
accarezzava una palla...
Vento randagio...

Questo libro viene da leggerlo a bassa voce, sussurrato per mantenere la magia e il mistero che nascondono le parole. Chi è la protagonista di questa storia? Non si capisce, o almeno il lettore è libero di interpretarla come vuole. Che sia un animale? Una cosa? Una persona? Chi lo sa dove vento randagio porta scompiglio. Alfredo stoppa e Sonia MariaLuce Possentini sono un binomio perfetto in questo libro; le immagini oniriche e cariche di emozioni di Sonia si sposano perfettamente con il testo di Alfredo. Le parole sembrano danzare sulle pagine con i colori e portano il lettore ad immaginare viaggi fantastici.

Storia randagia
Alfredo Stoppa, Sonia M.L. Possentini
Fatatrac
2014
da 8 anni

Nessun commento:

Posta un commento