Pagine

Translate

mercoledì 19 febbraio 2014

Biblioburro: Quando Noè cadde dall'Arca



Forse è una storia che già conoscete
ma volentieri se voi lo volete
ve la racconto di nuovo perché
questa è la storia più bella che c'è

E per di più io vi devo avvisare
che sul più bello la voglio cambiare
dunque bambini restate in attesa
che prima o poi ci sarà una sorpresa




E che sorpresa! Nicola Cinquetti fin dalle prime righe di questo racconto, pianta nel lettore il semino della curiosità. Ci si aspetta che la sorpresa sia nella caduta di Noè dall'Arca, ma quella è data per certa visto che è il titolo del libro. Forse la vera sorpresa è scoprire chi salva Noè...ma naturalmente noi non apriremo bocca.
La storia, nella prima parte, riprende l'originale con Noè che costruisce l'Arca, raduna tutti gli animali e si prepara al grande viaggio per mare, insieme alla sua famiglia. I guai cominciano per colpa di un topolino che non dovrebbe stare vicino all'elefante, ma contravvenendo alla regola crea scompiglio e Noè finisce in acqua...per la prima volta! Perché in questo caso viene salvato dalla sua famiglia, ma è quando cadono tutti in acqua che il problema si complica. Se le persone sono tutte in ammollo, che li salverà? Perché per colpa di un maiale che istiga tutti gli animali all'ammutinamento (per evitare futuri prosciutti e salami) quasi quasi delle persone non ci sarebbe stata più traccia. Ma...se ad un certo punto anche gli animali devono fare i conti in tasca, qualcuno in particolare, degli umani non può proprio farne a meno. Ed è meglio gettare una lunga fune.



La storia si presta decisamente per la lettura ad alta voce, anche se il testo è privo di punteggiature, discorsi diretti e pause. Dopo una prima lettura però la musicalità della rima aiuta molto nella narrazione. Le grandi immagini di Gek Tessaro occupano (meritatamente) gran parte delle doppie pagine, mentre il testo rimane di lato, stampato con un carattere chiaro e leggibile anche da una visione laterale (per le letture a voce alta!).


Gli animali di Tessaro fanno venire subito in mente un altro riuscito libro di questo poliedrico autore, Foto di gruppo, il simpatico racconto della scimmia che dopo aver trovato una macchina fotografica, vuole fare una foto agli animali. 


Ma gli animali sono vanitosi, e tutti vogliono apparire nella foto, così la povera scimmia è costretta, all'arrivo di ogni nuovo animale, ad arretrare ogni volta di un passo e ad un certo punto succede l'inevitabile...quel sasso proprio lì, sotto il piede della scimmia la farà volare a zampe all'aria. E la foto? Bellissima comunque!

Quando Noè cadde dall'Arca
Nicola Cinquetti, Gek Tessaro
Lapis
2013
da 5 anni

Foto di gruppo
Gek Tessaro
Lapis
2011
da 5 anni

Nessun commento:

Posta un commento