Pagine

Translate

giovedì 23 gennaio 2014

Biblioburro: Alex&Alex





"A volte nella vita succede qualcosa che cambia tutto, per sempre. Prendi una decisione e non puoi più tornare indietro. E non è che debba essere per forza qualcosa di trascendentale. 
Cinque giorni fa ho smesso di prendere le medicine. Mi sa che è stata una di quelle decisioni."










Un libro difficile, tosto, malinconico, sincero. Un libro spiazzante, intelligente, ironico. Un libro coraggioso.
Alla nascita Alex presenta caratteri sessuali sia maschili sia femminili, tanto che i suoi genitori scelgono per lui di far prevalere la parte maschile e decidono di imbottirlo di farmaci e di ormoni perché anche il corpo si adegui a tale imposizione. Ma dentro di lui le due parti continuano a coesistere e a cozzare una contro l'altra, finché a quattordici anni Alex decide di essere stanca di fingere e di essere ciò che non è. Alex è una ragazza e come tale vuole vestirsi, truccarsi e vivere, scegliendo da sola ciò che è meglio per lei. I suoi genitori sono incapaci di reagire a tale situazione: il padre se ne va di casa, la madre cade in un esaurimento nervoso e ad un certo punto parte persino per una vacanza al mare pur di non affrontare la figlia.
L'ironia, uno strambo avvocato ed un lavoro da modella aiuteranno Alex a crescere e ad affermare se stessa. La storia affronta il tema dell'identità sessuale, ma nel libro c'è molto più di questo; si parla dell'incomunicabilità tra genitori e figli, si racconta dell'importanza dell'amicizia tra adolescenti, si parla di amore, ci sono situazioni divertenti e momenti dolorosi, il tutto raccontato in prima persona da Alex&Alex, ossia da Alex femmina che cerca in tutti i modi di esprimere la propria personalità, e da Alex maschio che rimane comunque dentro di lei e che spesso le fa vivere momenti imbarazzanti.
Nel libro compare anche una comunicazione in rete piuttosto interessante. La madre di Alex inizia a scrivere ad un certo punto sul blog esseremamma.com postando i suoi pensieri e chiedendo aiuto "virtuale". Una modalità senza dubbio contemporanea, che permette di condividere questioni intime con persone sconosciute che si sentono in dovere di dare consigli.
Una storia da presentare ai ragazzi, senza pudore e senza titubanze. Sapranno sicuramente apprezzarla, forse più del lettore adulto.
Bravissima l'autrice Alyssa Brugman, giovane australiana con all'attivo diversi romanzi per ragazzi e diversi premi, e coraggiosa la casa editrice EDT Giralangolo a pubblicare argomenti non facili (e magari non prettamente "commerciali").

Alex & Alex
Alyssa Brugman
EDT Giralangolo
2013
pp.234
da 13 anni

Nessun commento:

Posta un commento