Pagine

Translate

venerdì 26 dicembre 2014

In pausa


Ritorneremo attive il 6 gennaio...a presto!

Dormi, dormi, tartaruga
Roberto Aliaga, Alessandra Cimatoribus
Logos
2014 (ristampa)
da 4 anni

giovedì 25 dicembre 2014

Buon Natale!


La ruota di Babbo Natale

Se la ruota del mulino
va piano, pianin pianino
Babbo Natale arriva con lo slittino.
Se la ruota gira in fretta
Babbo Natale arriva in bicicletta.
Se la ruota va come gli pare
Babbo Natale si ferma ad aspettare.

mercoledì 24 dicembre 2014

E' tutto pronto...


...l'albero è addobbato, le scarpe sono in ordine, la tavola è apparecchiata, il dolce è pronto...speriamo fili tutto liscio!

L'invitato di Natale
France Quatromme, Mélanie Allag
Jaca Book
2012
da 4 anni

martedì 23 dicembre 2014

Sta arrivando!


I libri, i biscotti natalizi e il succo di mele li abbiamo portati noi, tutto hand made (a parte i libri ovviamente). Tanti bambini, tante storie e tante risate. Mancava solo la neve. 


Per sicurezza in un'altra biblioteca abbiamo fatto la festa dell'inverno, con letture, laboratorio e merenda speciale. Speriamo porti bene!

lunedì 22 dicembre 2014

Biblioburro: San Francesco e la notte di Natale



Mancano tre giorni a Natale e anche se abbiamo ancora molto da fare prima di considerarci in pausa, ci sentiamo come i bambini quando fanno il conto alla rovescia... e allora abbiamo deciso anche noi di contare, partendo con il primo libro sul Natale.
Francesco è appena rientrato dai paesi martoriati dalla guerra, è stanco e ha incubi terribili; l'amico Giovanni lo invita a trascorrere il Natale nel suo piccolo villaggio. I due intraprendono il lungo cammino, che si rivelerà costellato di avvenimenti miracolosi; la temperatura mite, una sorgente che appare nel bosco, tantissime lucciole che illuminano il loro viaggio, l'asinello amico del santo, tanti altri animali che li accompagnano. "Non occorre fare un viaggio fino in Palestina. Ogni posto è Betlemme, se viviamo volendo bene a quel piccolo Bambino venuto al mondo per portare la pace."
Chiara Frugoni ci racconta un altro episodio della vita di San Francesco, dopo San Francesco e il lupo, entrambi magnificamente illustrati da Felice Feltracco.

San Francesco e la notte di Natale
Chiara Frugoni, Felice Faltracco
Feltrinelli
2014
pp. 31
da 7 anni

venerdì 19 dicembre 2014

Dicembre negli asili


Ed è arrivato dicembre. Sul contavolte compare (in realtà noi lo vedremo decorato solo a gennaio) il terzo segnalino: dopo la foglia di ottobre, il coniglio di novembre ecco il lupo di dicembre!


Abbiamo iniziato con una storia un po'...sonnacchiosa, pescata tra i libri di Nati per Leggere:Ululò il lupetto che non vuole andare a letto. Ululò è un lupetto un po' al contrario: dorme di giorno e rimane sveglio la notte! Le tenere illustrazioni e gli sbadigli del piccolo lupo hanno quasi quasi assopito i bambini.



Ma si sono ripresi subito con Il fatto è di Gek Tessaro. La ripetizione degli animali richiama la musicalità di una filastrocca e i bambini imparano subito il testo. Ci siamo divertiti a spingere la paperetta in acqua ma... senza risultato, ovviamente! I bambini si sono riconosciuti nella paperetta e hanno sottolineato (a modo loro) che per imparare le cose ci vuole tempo. Verissimo!


Ramos è sempre Ramos! Che ci volete fare? Noi abbiamo un debole per questo lupo che è il più furbo, il più forte, il più bello... o forse no... Il fatto è (per dirla come Gek) che le storie di Ramos incantano tutti, grandi e piccoli. Sarà che il suo lupo alla fine è buffo più che furbo, sarà che le sue storie sono un mix di storie classiche (da Cappuccetto rosso a I tre porcellini), o forse sarà semplicemente che alla fine si ride sempre!


Hanno riso un po' meno (soprattutto le incredule maestre) con Al lupo! Al lupo! di Tony Ross, edito dalla Emme edizioni. Scovato sullo scaffale di una biblioteca ce ne siamo subito appropriate (a tempo determinato, come tutti i libri della biblioteca), dovevamo proprio leggerla ai bambini! La storia la conoscono tutti, è quella del bambino Luigi che urla sempre "Al lupo! Al lupo!" anche quando il lupo non c'è. E a forza di chiamarlo il lupo arriva davvero e... se lo mangia! Lui e tutti gli adulti! 
Beh... lo dice anche Ross... che ci volete fare, così è la vita!


Ululò il lupetto che non vuole andare a letto
Amélie Galé
LO edition
2012
da 5 anni

Il fatto è
Gek Tessaro
Lapis
2014 (ristampa)
da 4 anni

Sono il più furbo
Mario Ramos
Babalibri
2013
da 4 anni

Al lupo! Al lupo!
Tony Ross
Emme edizioni
1992
da 4 anni

giovedì 18 dicembre 2014

Ciao, come stai?


Questa sera le Pollicine leggeranno il delicato libro Ciao, come stai?, di cui abbiamo già parlato qui. Parteciperanno all'incontro di presentazione del libro una delle due autrici e la presidente di Oltre la Siepe Associazione onlus di Mantova.
Moderatrice dell'incontro sarà l'assessore alla cultura del Comune di Condino.
Partecipazione libera, gratuita e gradita!

mercoledì 17 dicembre 2014

Biblioburro: Adesso scappa



Da una parte Maddalena, la sfigata, dall'altra Zago e le sue amiche terribili. L'unica cosa che le accomuna è Alessandro, il bello della classe, che Zago considera suo e di cui è segretamente innamorata anche Maddalena...
Maddalena ha da poco iniziato la scuola superiore ed ha un solo amico, Giorgio; deve frequentare un corso pomeridiano di recupero di latino, al quale partecipa anche Alessandro, e così i due scopriranno di avere molte altre cose in comune, alla faccia di Zago e dei suoi soprusi! Il corso è gestito dal prof. Rigilli, in crisi nei confronti del suo ruolo di educatore e della scuola in generale. Il libro racconta in questo modo una doppia storia: quella di Maddalena e degli episodi di bullismo e di prepotenze che deve subire quotidianamente a scuola e quella del professore che intende chiedere una lunga aspettativa dal lavoro. Il corso di latino vedrà nascere un nuovo amore ed aiuterà il professore a cambiare idea e a credere ancora nella possibilità di lottare per cambiare le cose.
Una graphic novel breve ma densa e molto ricca, che utilizza come già Pesi massimi e Cattive ragazze una font di alta leggibilità, per raccontare temi importanti quali il bullismo, l'amicizia, l'amore, e l'insegnare in una scuola difficile e violenta.

Adesso scappa
Patrizia Rinaldi, Marta Baroni
Sinnos
2014
pp. 62
da 12 anni

martedì 16 dicembre 2014

Biblioburro: Rose e l'automa dell'Opera






"Ti ho ammirata danzare con le tue piccole compagne, come una foglia che volteggia nel vento.
Mi sono rivisto danzare a mia volta. Tanto tempo fa. Su questo palcoscenico...
Avrei voluto cingerti la vita e sollevarti."









E' un automa a raccontare la sua storia dopo che Rose, ballerina del corpo di ballo dell' Opéra di Parigi, l'ha ritrovato dentro ad un baule e ne ha ricomposto i pezzi con l'aiuto del vecchio macchinista del teatro e del giovane orologiaio. Rose vuole farlo tornare al suo antico splendore per poter ballare insieme a lui. Farà di tutto, la piccola ballerina, persino andare contro il direttore della scuola di danza, pur di veder realizzato il suo sogno, e ci riuscirà.
Un albo illustrato che coniuga alla perfezione un testo poetico e suggestivo ad illustrazioni importanti e sontuose, per raccontare la storia di una rinascita e di un'amicizia che nasce a passo di danza.

Rose e l'automa dell'Opera
Fred Bernard, Francois Roca
Logos
2014
pp.
da 7 anni

lunedì 15 dicembre 2014

Biblioburro: L'incantesimo della lupa





"Mentre mi dirigevo a scuola pattinando un po' nella neve, ho scorto, dall'altra parte del fiume, una lupa grigia che guardava verso il paese. Doveva essere la fame ad averla spinta così vicino. Di solito i lupi hanno paura degli esseri umani."











E' inverno, fa molto freddo ed è caduta la neve. Un tempo da lupi. Lucie si ammala, sembra una banale influenza di stagione, ma Romane scopre che la sua migliore amica sta morendo per colpa di un sortilegio. Il padre di Lucie infatti ha ucciso una lupacchiotta per fare un cappotto a sua figlia, ma la madre della lupacchiotta è in realtà una potente lupa-strega che chiede di poter riavere la sua cucciola, altrimenti farà morire la bambina. La lupacchiotta è però già stata uccisa e gli abitanti del paese si sentono completamente impotenti. Sarà Romane, piccola orfana che considera Lucie come la propria famiglia, a trovare una soluzione e a salvare l'amica, anche a costo di doverla poi lasciare per sempre.
Una storia con un finale malinconico, che però profuma di vera amicizia e di buoni sentimenti.

L'incantesimo della lupa
Clementine Beauvais, Antoine Deprez
Terre di mezzo
2014
pp. 48
da 7 anni

venerdì 12 dicembre 2014

Biblioburro: Un elefante nella stanza






The elephant in the room (frase idiomatica inglese): un problema grosso che tutti conoscono ma che volutamente ignorano per paura o convenienza.











Masha, tredici anni, ha perso la madre in un banale incidente ed il padre da allora non si è più ripreso. In estate è costretta a passare le vacanze con i nonni nel quartiere residenziale di una cittadina sonnolenta e troppo perfetta, dove si annoia e si sente sola. Un giorno al parco conosce Max e Julia, fratello e sorella, che anche se più piccoli di lei hanno qualcosa di speciale che la attira. La ragazza scopre presto che i due bambini vengono picchiati e maltrattati dal padre e, dopo aver provato a parlarne con i nonni e con i vicini di casa, decide di provare a salvarli da sola, compiendo un gesto che sa già essere sbagliato, ma tacere a questo punto le pare impossibile ed assurdo.
Romanzo d'esordio per l'autrice Susan Kreller, che riesce a descrivere con acuta sensibilità i pensieri e le emozioni di un'adolescente in crescita. La figura degli adulti esce alquanto malconcia da questo quadro di violenza e soprattutto di indifferenza generale, e la decisione di Masha evidenzia ulteriormente tale assenza.
Un libro coraggioso ed intenso. 

Un elefante nella stanza
Susan Kreller
Il castoro
2014
pp. 187
da 13 anni

giovedì 11 dicembre 2014

Biblioburro: Piccolo elefante cresce



Piccolo Elefante sta per andarsene per conto suo; mangiare un po' più del solito e chiede anche il dolce per prepararsi al meglio a questa sua nuova avventura, indossa la pelliccia di Zio Elefante, il cilindro di Nonno Elefante, gli stivali di Papà Elefante, poi prende la lanterna, la sua spada, l'orsacchiotto preferito e saluta tutti, un bacio alla mamma e... ah, si lava i denti e... sale le scale fino alla sua camera. Sì, perché Piccolo Elefante stasera ha deciso di andare a dormire da solo nel suo letto!
Una tenera, dolcissima storia pubblicata nel 1960 ed ora tradotta da Carla Ghisalberti per Orecchio acerbo. Uno splendido, piccolo albo illustrato che racconta il superamento di una importante "prima volta" per i bambini.

Piccolo elefante cresce
Sesyle Joslin, Leonard Weisgard
Orecchio acerbo
2014
pp. 48
da 4 anni

mercoledì 10 dicembre 2014

Biblioburro: Un'eccezionale nevicata



Cosa si può fare se un'eccezionale nevicata ha bloccato l'intera città, ma ci si ritrova ad andare comunque a scuola perché nessuno può occuparsi di te e quel che è peggio si scopre che è arrivato anche un maestro? Accidenti, che sfortuna!
E' quanto succede a Danny, il giorno dell'eccezionale nevicata, e al signor Trapper; il primo è l'alunno più somaro della scuola, il secondo il maestro più severo. I due non si sopportano, ma sono costretti a rimanere insieme per tutta la giornata e dopo una lezione di storia, una di inglese ed una di scienze, arriva finalmente anche il momento della ricreazione. Ed è proprio allora che succede un fatto davvero sorprendente...
Un libro molto "nevoso" che fa venire voglia di vacanze e di giochi con la neve!

Un'eccezionale nevicata
Richard Curtis, Rebecca Cobb
Gallucci
2014
pp. 40
da 6 anni


martedì 9 dicembre 2014

Biblioburro: Uffa! Ho perso i miei superpoteri!



Ogni bambino pensa di avere poteri magici; volare, far sparire le cose, parlare con gli animali e con le piante, camminare sul soffitto... semplicemente perché pensa di poterlo fare! Passerà in fretta quel senso di onnipotenza, tanto vale goderselo, magari leggendo insieme lo spassoso albo della mitica coppia Escoffier-Di Giacomo, già premiati in Nati per Leggere e di cui abbiamo parlato qui. 

Uffa! Ho perso i miei superpoteri!
Michael Escoffier, Kris Di Giacomo
La margherita
2014
pp. 32
da 4 anni

venerdì 5 dicembre 2014

Biblioburro: 28 storie per ridere



Un mese di storie, una per sera, per addormentarsi sorridendo: cortissime, leggere, veloci, spiazzanti, splendidamente illustrate ... In realtà non dureranno tanto perché i bambini non si accontenteranno di una sola e ve ne chiederanno ancora e ancora, fino a ritrovarvi tutti col mal di pancia a forza di ridere!
Come delle vere fiabe, cominciano tutte (tranne una) con il famoso C'era una volta, la storia del topo che non sapeva cosa mangiare e quella del bambino che non si metteva mai le dita nel naso, la storia dei tori urlatori e quella dei trenta panini all'uvetta, la storia della donna che pensava sempre a qualcos'altro e quella del maiale che voleva chiamarsi Rosa... fino alla storia dello sbadiglio, con cui tutti andarono a dormire presto.
Ogni storia, all'apparenza surreale, ha in realtà riferimenti realistici molto concreti a caratteristiche umane e pare suggerire che "una risata salverà il mondo!". 
L'autrice, mancata da poco, è stata definita la "Rodari tedesca". Il testo è datato 1969, ma non ne risente affatto. Un plauso alla casa editrice Kalandraka che, coraggiosamente, ha tradotto oggi queste storie e le pubblicate in un formato che da noi pare non avere ancora avuto il giusto riconoscimento, e che invece sarebbe necessario iniziasse a comparire in modo più significativo, per i bambini che iniziano a leggere da soli.

28 storie per ridere
Ursula Wolfel
Joao Vaz de Carvalho
Kalandraka
2014
pp. 65
da 6 anni

giovedì 4 dicembre 2014

Biblioburro: Rico, Oscar e la Pietra Rapita





"Negli ultimi tempi, per esempio, sono stato molto fortunato con le mie rotelle. Da mesi regna una notevole tranquillità, a parte il solito stress quando devo svoltare in una strada oppure, come di recente, quando al supermercato mi sono accorto che non mi ero tirato su la lampo dei calzoni dopo aver fatto la pipì a casa."









Finisce con questo ultimo appuntamento la trilogia che ci ha raccontato la storia di Rico e Oscar; il primo lento e coraggioso, il secondo intelligente al cubo e fifone. La mamma di Rico si è finalmente fidanzata con il poliziotto Celli e le cose sembrano andare davvero per il verso giusto stavolta... poi però un nuovo, misterioso caso metterà alla prova i due ragazzi, e persino la loro amicizia.
I due amici scoprono all'inizio della storia il cadavere del signor Orsi, lo scontroso abitante del palazzo di Rico, e la sua preziosa collezione di sassi è sparita. 
Ci saranno un viaggio, un'indagine, molte belle cose, e i due ragazzini cresceranno. Tanto da doverli lasciare andare.
Consigliatissimi tutti e tre!

Rico, Oscar e la Pietra Rapita
Andreas Steinhofel
Beisler
2014
pp. 307
da 10 anni

mercoledì 3 dicembre 2014

Mercoledì al cubo (2) : I giganti e le formiche


Per il secondo appuntamento con il Mercoledì al cubo insieme ad Antonella di Apedario e Maria di Scaffalebasso abbiamo scelto I giganti e la formiche di Cho Won Hee, una giovane artista coreana dalle grandi capacità illustrative e narrative, pubblicato dalla casa editrice romana Orecchio acerbo.
Un albo dal grande formato, due giganti esagerati, illustrazioni enormi e poche selezionatissime parole. 
Lui è un gigante grosso e muscoloso, che adora curare uccellini feriti e farli allenare al volo prima di lasciarli andare. Lei è altrettanto grossa e adora le formiche; potrebbe stare immobile per ore ad osservarle passare per timore di schiacciarle e quando, esausta, si addormenta, le formiche le restituiscono il favore ricoprendola interamente per non farle prendere freddo.



Un albo delicato e struggente, che smonta in modo intelligente pregiudizi e convinzioni secondo le quali "grande e grosso significa anche cattivo e violento", e che descrive, anzi illustra, in maniera eccelsa cosa significhi prendersi cura di qualcuno (che si tratti di un bambino, di un anziano, o di una formica non fa alcuna differenza). 
Immagini poetiche che evocano delicatezza e dolcezza, nonostante la quasi esagerazione dei corpi dei due protagonisti, dei loro colori accesi che spiccano davanti agli esili alberi. Le pose plastiche dell'uomo che sembra volersi mettere in mostra per mostrare i muscoli possenti e invece... tiene su di sé dei piccoli uccelli e con la stesse pose "rudi" spinge un'altalena per farli volare. Così la donna, che si muove con la grazia di una ballerina, che fa pensieri leggeri e puliti, nonostante la mole fisica. 
Il libro si è aggiudicato il terzo premio al CJ Festival 2009, una delle più importanti rassegne di tutto il panorama asiatico, attentissimo alle nuove forme espressive dei giovani talenti dell’illustrazione mondiale. Le immagini sembrerebbero dei raffinati acquarelli, con trasparenze e sovrapposizioni di colori che ben evidenziano profondità e pienezza delle forme, e invece scopriamo essere frutto della maestria del digitale. Brava davvero!


Abbiamo utilizzato I giganti e le formiche in un pomeriggio nel verde con un gruppo di bambini di età molto differente. La lettura ha suscitato silenzio e sguardi concentrati; i piccoli ascoltatori hanno osservato ogni minimo particolare delle immagini, hanno ascoltato ogni parola e si sono divertiti davanti alla donna gigante che si addormenta guardando le formiche. Siamo rimaste soddisfatte e felici, perché sono le stesse emozioni che abbiamo provato noi leggendolo per la prima volta. E poi la seconda, e la terza...

La versione di Apedario

La versione di Scaffalebasso

I giganti e le formiche
Cho Won Hee
Orecchio acerbo
2014
pp. 40
da 3 anni

martedì 2 dicembre 2014

Novembre in 27 libri


lunedì 1 dicembre 2014

Biblioburro: C'è un coccodrillo sotto il mio letto!




Quante volte coccodrilli e nanna sono stati abbinati per raccontare la paura del buio dei bambini! Ma stavolta è diverso perché Carlotta (bello che sia una femmina, la bambina coraggiosa!), che va a dormire con un mostro-peluche, non ha assolutamente paura di lui... mentre è proprio lui, Cocco, ad avere paura della bambina.
Una storia simpatica e molto divertente per sorridere insieme sul buio e sulle paure della notte, attraverso grandi illustrazioni colorate. 

PS: Il mostro-peluche è un chiaro omaggio a Sendak e ai suoi mitici mostri.

C'è un coccodrillo sotto il mio letto!
Ingrid & Dieter Schubert
Lemniscaat
2014
pp. 32
da 3 anni

venerdì 28 novembre 2014

Novembre negli asili

 


Prosegue la nostra attività mensile negli asili. I bambini e le maestre hanno anche preso sul serio la questione del contavolte (perché è una cosa seria!) e ci hanno riempito di gioia facendoci trovare le loro prime bellissime "modifiche"...
La prima volta è toccata alle foglie; la seconda volta invece ai conigli, che abbiamo trovato in Zu coniglio, quello con la s fibilante, come un ferpente a fonagli che ftrifcia che odia le carote ma adora i pifelli.



Abbiamo provato E' tutta colpa della pupù, con un po' di titubanza, visto che nell'albo si parla di coscienza, quella vocina che si fa sentire quando si combina qualcosa di sbagliato. Concetto per niente facile, ma il duo Escoffier Di Giacomo spiazza il lettore con un finale divertente che (volendo) solleva il bambino da questo difficile argomento.



I bambini si sono divertiti e meravigliati con i sei conigli (tutti fratelli) di Satoe Tone e della sua Carota gigante, e con i piccolini abbiamo giocato con le finestrelle di Mi piaci così.
















Da quest'anno non abbiamo solo i grandi della materna ad ascoltare le storie, ma anche i piccoli e i medi, pertanto cerchiamo di organizzare l'incontro in modo da coinvolgere tutti, mescolando storie piccine a storie più lunghe. I bambini imparano presto: il ripetersi del rito iniziale ad ogni incontro, una posizione comoda per ciascuno, un'atmosfera rilassata... e le storie prendono il volo, davanti ad occhi vispi e spalancati.

A dicembre siamo persino state invitate a pranzo in due asili!!! State tremando di invidia?

Ciao, mi chiamo Zu coniglio
Ludovica Cupi
ed Clichy
2014
da 4 anni

Tutta colpa della pupù
Michael Escoffier, Kris Di Giacomo
La Margherita
2013
da 5 anni

La carota gigante
Satoe Tone
Kite
2013
da 4 anni

Mi piaci così
Maria Gianola
Fatatrac
2014
da 3 anni

giovedì 27 novembre 2014

Biblioburro: Mila e i suoi segreti



Una bambina col tutù, lo sguardo triste e la mani che si tengono la pancia. Si chiama Mila, è testarda e birichina. Le capita spesso di combinare qualche piccola marachella e, a volte, di non riuscire a confessarle. Si tratta di segreti, piccoli, che si fermano nella pancia... finché arriva il momento in cui non riesce più a trattenersi e racconta tutto a mamma e papà.
Quante volte i bambini nascondono segreti e piccoli disastri quotidiani? Una storia semplice e divertente per aiutarli a capire che parlarne è sempre la soluzione migliore. 

Mila e i suoi segreti
Pimm van Hest & Nynke Talsma
Clavis
2014
pp.64
da 4 anni

mercoledì 26 novembre 2014

Biblioburro: Luna e la camera blu



Luna è una bambina molto timida, che parla poco e osserva tutto. Luna ama la calma. Luna ama la tranquillità. Luna ama stare nella sua camera e non si annoia mai. Luna si isola, non parla e non gioca con nessuno, non riesce ad integrarsi con il mondo. Perciò gli adulti si preoccupano, cercano spiegazioni, devono assolutamente sapere cosa non va in lei. Per sua fortuna c'è la nonna, che non le chiede nulla; la nipote le fa visita spesso, le piace stare in sua compagnia perché con lei diventa (così direbbero tutti) una bambina normale: parla, ride, si diverte. Di quelle visite Luna adora soprattutto il momento del riposino, quando la nonna la porta al piano superiore nella camera blu, quella con la tappezzeria speciale, dove la bambina si catapulta in un magico mondo e con l'aiuto di una matita rossa inizia la sua magica avventura. Dov'è finita la timida bambina che se ne sta sempre in disparte? Forse non se n'è mai andata, o forse, semplicemente, attraverso un sogno riusciamo a vivere con gli occhi di Luna, a guardarle dentro e a scoprire che in lei non c'è niente di sbagliato. 
Le magiche illustrazioni di Christine Davenier spalancano al bambino-lettore le porte della fantasia, permettendogli di ritrovarsi in quella bambina solitaria che non ha paura di nulla. Un testo dolce, che racconta con serenità uno stato emotivo bellissimo, quello della timidezza. In un mondo in cui, purtroppo, bisogna essere a tutti costi protagonisti, a volte ci si dimentica di come sono importanti e preziosi i propri sogni.

Luna e la camera blu
Magdalena Guirao Jullien 
Babalibri
2014
pp.40
da 4 anni

martedì 25 novembre 2014

Biblioburro: Papà-isola



Betty e Gigi sono una coppia di orsi in attesa del loro primo cucciolo. Betty vive serenamente l’attesa, riposando, fantasticando, sorridendo; Gigi invece si pone mille domande, chiedendosi angosciato se saprà essere un bravo papà. Gli pare infatti di non saper fare nulla di quanto invece dovrebbe saper fare un super papà: il calcio non gli piace per niente, non sa nuotare, non sa costruire nulla e nemmeno utilizzare un martello. Ma forse, gli fa notare Betty, potrà essere per il piccolo capanna, cavallo, aeroplano, isola...
Bravo Emile Jadoul: si tratta del secondo libro in cui l’autore racconta la figura del padre dopo Le mani di papà (che ha vinto il Premio Nati per Leggere 2014), e anche questa volta ci ha azzeccato in pieno! I pensieri di Gigi saranno sicuramente condivisi da tutti i papà lettori, che si ritroveranno facilmente nelle grandi e tenere illustrazioni, di grande formato allungato in verticale.  
Ancora una volta la casa editrice Babalibri si dimostra insuperabile nelle storie per piccolini, già a partire dai due anni di età. Il libro potrebbe essere un dono perfetto anche per un futuro papà.

Papà-isola
Emile Jadoul
Babalibri
2014
pp.32
da 2 anni

lunedì 24 novembre 2014

Biblioburro: Susan la piratessa




Susan non è adatta alla tranquillità, non ha l'animo giusto per condurre una normale vita da ragazzina di fine '700. Susan ama l'avventura, sogna di solcare i mari e di vivere pericolose avventure come il marito di sua mamma, partito per mare e mai più tornato. Ad accorgersi di questa sua indole ribelle è proprio la madre, che le taglia i capelli color miele, le infila un paio di pantaloni e la spinge ad andare per il mondo. Susan non si lascia intimidire, anzi, sarà riconoscente alla madre per tutta la vita di averle dato la possibilità di rinascere e piena di coraggio, all'età di 12 anni, parte all'inseguimento del suo sogno: diventare un pirata. La storia di Susan non è la prima su una donna pirata: Carola Susani riprende le vicissitudini di due piratesse, Anne Bonny e Mary Read, figlie illegittime come Susan, vissute nel '700 che per anni hanno animato i mari del Sud. Nel lungo racconto l'autrice descrive luoghi, personaggi e fatti storici realmente accaduti, trasportando il lettore in meravigliose avventure. I racconti dei pirati affascinano i bambini, forse per i loro modi bruschi e misteriosi di vivere la vita. Il pirata è il prototipo del ribelle e dell'avventuriero che non ha paura di niente.  Simona Mulazzani, una delle illustratrici più acclamate del panorama europeo, descrive le vicissitudini di Susan con grandi immagini piene di energia che evocano il sogno. Un albo ben raccontato contro i pregiudizi, che dimostra (anche con la storia) che i sogni non hanno confini, nè di genere, nè di tempo.

Susan la piratessa
Carola Susani
Editori Laterza
2014
pp. 60
da 8 anni

domenica 23 novembre 2014

Biblioburro: L'oca blu



L’oca blu è la nuova collana della casa editrice Il Castoro pensata per i piccoli ascoltatori, curata da Emanuela Bussolati. 
Libri cartonati, maneggevoli (formato 14x20 cm), illustrati, con i bordi arrotondati e pagine patinate (ideali per eventuali sbavacchiamenti!).
"Tante storie di..." è la prima serie dell'Oca Blu, ed è adatta a partire dai 3 anni. Ogni libro contiene 10 brevissime storie dedicate a vari temi che piacciono tanto ai bambini, come animali, dinosauri, grandi macchine, maghi e magia. 


Ogni libro porta la firma di importanti autori che si cimentano nella stesura di piccoli racconti; troviamo Luisa Mattia che racconta di Gru, trattori, caterpillar e..., Guido Quarzo racconta di Gatti, conigli, ranocchi e..., Janna Carioli incanta con Tirannosauri, diplodochi e... e Giovanni Caviezel (quello della canzone della cacca) porta i bambini nel mondo della magia con Maghi, draghi, principesse e.... Storie semplici, brevi e ricche di disegni colorati, pensate per essere lette ad alta voce, ideali per cominciare ad affrontare il libro come strumento di narrazione.

Maghi, draghi, principesse e...
Giovanni Caviazel, Febe Sillani
Il Castoro (l'oca blu)
2014
da 3 anni

Gru, trattori, caterpillar e...
Luisa Mattia, Nina Cuneo
Il Castoro (l'oca blu)
2014
da 3 anni

Gatti, conigli, ranocchi e...
Guido Quarzo, Gloria Francella
Il Castoro (l'oca blu)
2014
da 3 anni

Tirannosauri, diplodochi e...
Janna Carioli, Laura Rigo
Il Castoro (l'oca blu)
2014
da 3 anni

giovedì 20 novembre 2014

Biblioburro: Tre gatti mooolto birichini



Un cane curioso e un po' spaventoso, gatti birichini e ancor più paurosi del cane...nei libri di Viviane Schwarz i protagonisti sono dei simpatici animali domestici che non riescono a stare lontani dai guai.
Viviane Schwarz è una giovane illustratrice tedesca trapiantata in Inghilterra, davvero molto creativa (andate a curiosare il suo sito!).
I Tre gatti mooolto birichini sono Birba, Degat e André, che nonostante la pigrizia iniziale, piano piano scoprono un sacco di cose divertenti da fare in casa (soprattutto disastri!).
Ad aiutare i tre combinaguai però ci pensa proprio il lettore! In che modo? Attraverso una serie di finestrelle ed alette da sollevare, girare, scoprire. In questo modo il bambino diventa partecipe delle avventure dei tre protagonisti.


In Tre gatti e...un cane? il gioco è sempre lo stesso: il bambino interagisce e si diverte a scoprire dove si nascondono i tre gatti che si stanno nascondendo da un cane un po' troppo curioso.

Tre gatti mooolto birichini
Viviane Schwarz
La Margherita
2014
da 3 anni

Tre gatti e...un cane?
Viviane Schwarz
La Margherita
2014
da 3 anni