Pagine

Translate

martedì 3 dicembre 2013

Biblioburro 151° ep.



In quest'autunno inflazionato da orsi e orsetti (peraltro in alcuni casi deliziosi) ci piace poter parlare di un animale diverso, e diverso doppiamente: diverso dal solito orso e diverso perché questa volta il lupetto non è affatto spaventoso. Fin dalla copertina si capisce che si tratta di un lupetto ben educato: indossa una polo abbottonata, un paio di calzoncini ed in mano tiene un retino per farfalle che non fa certo paura. I suoi genitori gli hanno insegnato a comportarsi bene ed, in effetti, quando cattura una preda lui gli concede sempre l'ultimo desiderio. Una mattina, affamato, esce per andare a caccia e cattura un coniglio a cui concede di esaudire l'ultimo desiderio. Il coniglio chiede che gli venga letta una storia e così il lupetto è costretto a tornare a casa a prendere un libro (consiglio: mai uscire di casa senza un libro! Potrebbe costarvi il pranzo...); al suo ritorno il coniglio che aveva promesso di non muoversi è invece sparito. La stessa scena si ripeterà subito dopo con la gallinella, che invece voleva ascoltare della musica e che, a sua volta, non mantiene la promessa di non muoversi. La sua terza preda è un bambino, che gli chiede (e per favore) un disegno prima di essere divorato. Anche stavolta la preda promette di aspettarlo mentre il lupetto torna a casa, ed il lupetto è quasi sicuro di non ritrovarlo al suo ritorno, invece... anche il bambino è stato ben educato: i suoi genitori gli hanno insegnato a mantenere le promesse!   




Il finale non ve lo sveleremo: vi basti sapere che il bambino chiederà poi di poter mostrare il disegno ai suoi amici e, ancora una volta, il lupetto manterrà la parola data. 
Albo illustrato dai colori caldi, dall'arancione al rosso, al marrone, che unisce testo e dialoghi a fumetti, piacerà di sicuro ai piccoli lettori. Noi lo useremo prestissimo con un gruppo di bambini... scalmanati...

PS: Le Pollicine hanno apprezzato anche molto il finale, a dispetto di quei benpensanti che lo ritengono troppo... cattivo! La parola data conta, eccome!  

Un lupetto ben educato
Leroy Jean, Maudet Matthieu
Babalibri
2013
pp. 40
da 4 anni

Nessun commento:

Posta un commento