Pagine

Translate

sabato 30 novembre 2013

La scatola dell'autunno


Ormai non ci sono più le mezze stagioni. Quante volte lo diciamo o lo abbiamo sentito dire... Epperò e comunque è caduta la prima neve, leggera e silenziosa comincia a coprire prati, boschi e case. Prima che sia troppo tardi, che l'inverno abbia definitivamente il sopravvento, presentiamo la scatola dell'autunno che abbiamo portato in un asilo nido. 
E' difficile parlare di stagioni e di tempo che passa a bambini molto piccoli, però si può sempre giocare con i colori e con i bellissimi materiali (stagionali) che la natura ci offre.




La cosa bella di camminare per il bosco in autunno è sentire lo scalpiccio delle foglie sotto le scarpe. Ogni foglia un rumore diverso. Per non parlare dei meravigliosi colori che hanno, nemmeno l'estate ha una tavolozza tanto variegata! Verrebbe quasi voglia di farsi un bel cuscino di foglie...



E che autunno sarebbe senza castagne? Appunto! Quest'anno di castagne ce ne sono state davvero poche, però non sono mancati i ricci. Tanti ricci, un solo grande riccio! Senza spine però! Quelle sono state spuntate...




Nella scatola non poteva mancare il vento, che in autunno è birichino e sempre più fresco man mano che scorrono i giorni. Come fare a racchiudere il vento in una scatola? Avete mai giocato con gli "elicotterini"? Tecnicamente si chiamano samare e sono i frutti di alcuni alberi come il frassino, l'olmo o l'ailanto. Ma a noi piace chiamarli elicotterini, perché hanno delle ali e si diffondono con il vento, girando come le pale di un elicottero.
Così abbiamo portato il vento!




Abbiamo volontariamente omesso di portare la pioggia, ci sembrava ne fosse venuta abbastanza questo autunno!

1 commento:

  1. Che bella la scatola dell'autunno... se ne potrebbe fare una per ogni stagione... Brave. Lara

    RispondiElimina