Pagine

Translate

giovedì 14 novembre 2013

Biblioburro 143° ep.






"L'inverno stava arrivando e Orso cominciava ad avere sonno. 
Prima di addormentarsi, però, aveva una storia da raccontare..."











... e così chiede a tutti gli animali che incontra se hanno voglia di ascoltare quella storia: al topo, all'anatra, alla rana, alla talpa... ma ognuno di loro ha un motivo valido per rifiutare; c'è chi deve raccogliere provviste per l'inverno, chi deve partire verso Sud, chi deve cercare un posto caldo per dormire... intanto inizia a nevicare e Orso si addormenta... 
Una storia tenera e delicata con tanti animali come protagonisti: il desiderio di Orso di voler raccontare una storia diventa anche un simpatico pretesto per presentare le abitudini di alcuni animali ed un viaggio attraverso le stagioni. 
La coppia Stead-Stead, coppia anche nella vita, ci aveva già colpito con Il raffreddore di Amos Perbacco , che ha vinto il Premio Orbil 2012 (correte a leggerlo se ve lo siete perso!) e con E poi è primavera illustrato da Erin Stead, tutti pubblicati da Babalibri.
L'idea di avere una storia da raccontare e di non saper resistere capita frequentemente anche alle Pollicine. Spesso le due si ritrovano a "raccontare storie" anche ha chi non è esattamente predisposto all'ascolto (pensiamo indubbiamente a qualche adulto!!). Possiamo però dire che, finora, i "malcapitati" non hanno ancora sviato il racconto di turno per dare la precedenza al letargo o alla migrazione! Chiamiamola buona educazione o davvero siamo ipnotiche quando raccontiamo ciò che amiamo...

Orso ha una storia da raccontare
Philip C. Stead, Erin E. Stead
Babalibri
2013
pp.40
da 4 anni

Nessun commento:

Posta un commento