Pagine

Translate

mercoledì 6 novembre 2013

Biblioburro 139° ep.



"Se mio padre fosse un colore sarebbe l'arancione. Felice. Gli piace farmi felice. 
Io sarei il verde scuro, come il fondo dell'oceano che non riceve nessuna luce dal sole, dove vivono organismi dall'aspetto bizzarro che nessuno vede mai. O forse sarei una di quelle creature, incolori, con la pelle così traslucida che si vede attraverso il loro corpo. Si riescono a vedere tutti gli organi che lavorano all'interno, gorgogliando e comprimendosi, ma portandoli alla superficie morirebbero all'istante perché sono molto sensibili alla luce. Ecco perché vivono laggiù, sul fondo dell'oceano."




Jason Blake ha dodici anni ed è autistico. Vive in un mondo di persone neurotipiche che non capisce e che non capiscono lui. I suoi attacchi improvvisi, le sue mani che sfarfallano quando si agita, la sua difficoltà ad esprimersi a parole ed il suo silenzio ostinato. Ma Jason ha una capacità di comprensione e di analisi "tutt'altro che tipiche", è molto intelligente ed impara ad adattarsi alle regole del suo contesto sociale; riconosce dalle parole e dai gesti i pensieri dei suoi familiari, di sua madre e di suo padre, di suo fratello più piccolo che pare essere il solo ad accettarlo per quello che è, un po' meno quelli della nonna e dei suoi insegnanti. E sa fare molto bene soprattutto una cosa: scrivere (sa perfettamente quale sia la parte più importante del corpo di uno scrittore, ma non ve la sveleremo, nossignori, andatevela a cercare nel libro, la semplice, perfetta risposta di Jason!).  Jason riesce ad essere se stesso solamente scrivendo racconti che posta sul sito Storyboard, dove conosce una ragazza che diventa la sua prima vera amica.  
Il libro non è solo una storia sulla diversità e sull'autismo raccontati in prima persona dal protagonista del romanzo, ma è anche un libro sulla scrittura; si parla di trama, di narrativa e di metodi per scrivere utilizzati dai diversi autori. 
L'autrice Nora Raleigh Baskin ha scritto diversi romanzi per ragazzi e per giovani adulti. Con questo ha vinto il prestigioso Schneider Family Book Award 
Della casa editrice Uovonero abbiamo già parlato qui e qui per il valore della sua linea editoriale legata alle diversità. Anche in questo libro tratta con onestà un tema difficile quale è quello dell'autismo, e lo fa con delicatezza e con rispetto, senza edulcorare la realtà trattata e senza limitarsi ad un'analisi superficiale.

Tutt'altro che tipico
Nora Raleigh Baskin
Uovonero
2013
pp.178
da 12 anni

Nessun commento:

Posta un commento