Pagine

Translate

martedì 22 ottobre 2013

Biblioburro 134° ep.





"Oggi lassù c'è qualcuno che tira chiodi dal cielo. Non è giusto", dice papà.
"No - sussurra Anna,- ma domani potrebbero essere fragole col miele".












Questo nuovo libro di Stian Hole ha già fatto innamorare tutti coloro che lo hanno letto. Una storia commovente e toccante sullo splendido rapporto tra padre e figlia costretti a vivere una grave situazione di lutto quale è la morte della madre. Anna è una bambina piena di voglia di vivere, che si fa domande al limite dell'assurdo e che vola con la testa in un mondo tutto suo. E in quel suo mondo ci porta anche il padre, che vede chiodi scendere dal cielo a causa della sua tristezza e del suo dolore, ma che si fida talmente della sua piccola da lasciarsi condurre in un viaggio dove cielo e terra si toccano, dove i pesci volano e gli uccelli nuotano. 



Si prendono per mano, hanno bisogno l'uno dell'altra per poter affrontare questo strano e misterioso viaggio. E nel frattempo i due aprono i loro cuori e parlano; di Dio, della madre, della morte, ma senza mai nominarla, sempre con una discrezione che sfiora la poesia.


La morte è di sicuro uno dei temi più difficili da affrontare con i bambini, non si sa mai quando parlarne e soprattutto come. L'editoria specializzata per piccoli lettori pubblica ottimi albi illustrati che affrontano questo argomento con semplicità ma senza cadere nel banale e nell'imbarazzo o nel pietismo da parte dell'adulto. 
Stian Hole è al suo terzo libro pubblicato con la casa editrice Donzelli, e per la terza volta fa centro, riuscendo a parlare con delicatezza della morte e della perdita, e mescolando brillantemente nelle illustrazioni collage, disegno e fotografia.

Il paradiso di Anna
Stian Hole
Donzelli
2013
da 7 anni

Nessun commento:

Posta un commento