Pagine

Translate

venerdì 30 agosto 2013

Biblioburro 112° ep.





"C'era una volta una mamma anatra che aveva tre anatroccoli bellissimi e uno...Un momento! E questo cos'è? Sto cercando di leggervi la storia del Brutto Anatroccolo, ma in questo libro c'è qualcosa che non dovrebbe esserci!"











E questo "qualcosa" si aggira tra le pagine del libro creando scompiglio e impedendo alla storia di continuare. Si tratta di un enorme e verdissimo coccodrillo che si diverte a smangiucchiare i bordi delle pagine e a divorare le lettere delle parole! Sembra che le sue preferite siano la O e la S, tanto che il testo diventa quasi incomprensibile: "Ba ta!  ign r  C cc drill ! N n pu i mangiare le lettere!" urla il brutto anatroccolo, che non sembra aver paura di questo enorme rettile che ad ogni pagina diventa sempre più...ingombrante. Ma ad un certo punto il coccodrillo si stanca e decide di andarsene...però uscire da un libro non è così facile...


Un racconto tutto da ridere che ricorda i libri gioco di Tullet, dove il libro diventa molto più di una semplice storia illustrata, ma diventa interattivo e invita i bambini a credere che qualcosa di magico può accadere. Così anche in questo libro dalle immagini bellissime e colorate e dalle parole che sembrano voler scappare dal coccodrillo, il bambino diventa una parte fondamentale per far finire il libro: è lui il vero protagonista che impavido e coraggioso deve girare le pagine per  far uscire l'animale dal libro. Perché alla fine una soluzione c'è sempre!

Attenti al coccodrillo! Aprire con cura
Nick Bromley, Nicola O'Byrne
Nord-Sud edizioni
2012
da 4 anni

Nessun commento:

Posta un commento