Pagine

Translate

sabato 6 aprile 2013

Biblioburro 55° ep.







"Venite, porgete orecchio attento
alla tragica storia che vi racconto
del farmacista Ben e di Rob il pirata
sui fatti diversi cui l'umanità è destinata."










Ben e Robin sono due amici per la pelle. Crescono insieme in un paesino del Galles, e insieme combinano un sacco di marachelle. I due amici si assomigliano anche se hanno due caratteri distinti; nell'animo cattivi e ladri entrambi, ma esteriormente non potrebbero essere più diversi. Robin è un ladro dichiarato e dopo aver derubato addirittura la propria madre se ne va a fare il pirata, mentre Ben crescendo diventa un signorotto composto e gentile, che però ruba sottobanco e circuisce le persone che entrano nella sua farmacia. Dopo una vita intera a rubare, i due si incontrano di nuovo e si confrontano sulle loro abitudini e sul loro stile di vita. La conclusione della storia è crudele, tutto si ribalta e uno dei due rivelerà forse una scintilla di animo buono. 


"Il pirata e il farmacista" è stato scritto da Stevenson nel 1882, un anno prima della pubblicazione de "L'isola del tesoro", romanzo che lo renderà famoso.
Il testo è particolare, infatti si tratta di una ballata, scritta con carattere molto grande e accompagnata dalle bellissime illustrazioni di Henning Wagenbreth che si accostano perfettamente al ritmo tagliente ed incalzante del racconto. Una lettura piacevole e divertente, anche se il motto dei Ben "ruba poco, ma ruba ogni giorno" non è da prendere alla lettera!



Il pirata e il farmacista

Robert Louis Stevenson, Henning Wagenbreth
Orecchio Acerbo
2013
pp. 40
da 10 anni

Nessun commento:

Posta un commento