Pagine

Translate

venerdì 22 marzo 2013

Quando il maestro è davvero il maestro


A volte terminare un ciclo di letture ci lascia sfinite e stravolte: i bambini sono stati faticosi, l'insegnante non ha capito il senso degli incontri, noi non siamo riuscite a piantare il seme. A volte, invece, terminare un pacchetto di letture ci lascia addosso un pizzico di nostalgia e il desiderio di proseguire ancora. E' il caso del pacchetto appena concluso con due classi prime della scuola primaria di primo grado. Un pacchetto che sarebbe dovuto durare quattro settimane e che è stato piacevolmente allungato a sei settimane.


L'ultimo incontro è terminato con letture che sono piaciute particolarmente e con un piccolo regalo. Abbiamo appeso un filo su cui abbiamo steso una serie di parole tratte dal libro "La grande fabbrica delle parole", che poi i bambini hanno scelto personalmente per farci quello che avrebbero concordato con il loro insegnante (che bello sarebbe poter analizzare le modalità di scelta ed i tempi di ogni bambino!). Noi abbiamo fornito alcune idee, ma siamo certe che il maestro saprà inventare di meglio. Ha promesso di farci sapere a cosa porteranno tante parole e noi promettiamo di farvi sapere cosa lui farà sapere a noi:)


Un bilancio possiamo farlo alla fine di questi incontri. Una serie di letture a cadenza fissa riesce a creare un'atmosfera raccolta di ascolto e di empatia. I bambini che non avevano una particolare predisposizione all'ascolto e che all'inizio preferivano sedersi dietro tutti i compagni, alla fine litigavano per stare in prima fila! Intervenivano, ascoltavano con attenzione e commentavano. Le storie hanno prodotto effetti anche su di loro. La capacità di ascolto e di concentrazione è aumentata sensibilmente, e la richiesta di "Ancora una!" si ripeteva spesso.
Il maestro ha partecipato con passione e curiosità a tutti gli incontri (anche se per lui si ripetevano dato che le classi erano parallele), intervenendo per sottolineare alcune cose o per richiamare alunni troppo vivaci; ha apprezzato alcune storie spiegandone il motivo anche ai bambini; ha colto spunti e suggerimenti forniti dalla nostra lettura, ha chiesto consigli e fornito suggerimenti... ha accettato persino di partecipare ad una lettura corale... russando!


La grande fabbrica delle parole
Agnès de Lestrade, Valeria Docampo
Terre di mezzo
2011
pp. 40
da 5 anni

Nessun commento:

Posta un commento