Pagine

Translate

mercoledì 20 febbraio 2013

Una grande missione


Lettera ai bambini

E’ difficile fare le cose difficili:
parlare al sordo,
mostrare la rosa al cieco.
Bambini, imparate a fare le cose difficili:
dare la mano al cieco,
cantare per il sordo,
liberare gli schiavi
che si credono liberi.

Gianni Rodari

Abbiamo già parlato di Gianni Rodari, ma non si finisce mai di trovare ed apprezzare sue parole che vogliamo poi condividere con tutti. 


Eh, già! Essere bambini è proprio una grande missione. Qualcuno però deve pur farlo. Con questo libro (e molti altri) abbiamo aperto il pacchetto di letture per due classi seconde della primaria di primo grado. Ne avevamo già parlato e dopo due incontri possiamo raccogliere i primi "frutti". Il libro è "Una grande missione", scritto da Elena Magni, illustrato da Pepi Persico e pubblicato da Gribaudo. Tra risate e "sì, sì, è proprio vero! A volte essere bambini non è mica facile!" il libro ha riscosso particolare successo.
E' sempre interessante ascoltare il punto di vista dei bambini. Ci sono quelli che non vedono l'ora di diventare grandi (e fare cose da grandi), altri che invece vogliono godersi la loro "piccola età" il più a lungo possibile (giocare, giocare, giocare... sindrome di Peter Pan!). Ogni volta ci sembra di imparare da loro più di quanto possiamo insegnargli... e forse è questo il bello!


L'ascolto gratuito e libero delle storie ci consente di fermarci ogni volta che un bambino desidera esprimere la sua opinione in merito a quanto ascoltato; ci permette di scoppiare a ridere con i bambini se le illustrazioni sono buffe o ridicole, di tapparci il naso se le parole "puzzano" e di arrossire (non con loro in questo caso, perchè a quell'età i maschi non arrossiscono di certo... solo le femmine, e nemmeno tutte!) per le emozioni suscitate dalla lettura... siamo al di fuori del tempo e dello spazio, in quell'incontro incredibile e ogni volta diverso che la "semplice" lettura di un libro può far nascere.
E ci sentiamo davvero fortunate.

Nessun commento:

Posta un commento