Pagine

Translate

mercoledì 23 gennaio 2013

Continua....ma non finisce qui...

Ne abbiamo parlato qui e qui e speriamo di essere solo all'inizio. Abbiamo iniziato un discorso su alcune case editrici per bambini che ci piacciono molto e che abbiamo imparato a riconoscere nel tempo, tra tutte le pubblicazioni che escono ogni anno per bambini (e sono davvero tante, troppe forse). Ora abbiamo un motivo in più per apprezzarle: lavoriamo per loro! 

Da settimane le Pollicine si stanno muovendo per raccogliere informazioni relative ad una possibile vendita di libri per bambini alle biblioteche. La richiesta era partita dalle biblioteche stesse, che hanno riconosciuto la difficoltà a reperire alcuni libri, e che in seguito hanno aderito con entusiasmo alla nostra proposta. 
Durante il corso che abbiamo seguito a Milano con interesse e molta costanza (solo per il viaggio di A/R nella stessa serata era necessaria una dose generosa di... follia??) abbiamo conosciuto uno dei Topi, che si è rivelato saggio e generoso, e poiché da cosa nasce cosa, come diceva Munari, eccoci qui, a dichiararlo ufficialmente! Ci stiamo per imbarcare in questa nuova avventura: stiamo ordinando i libri alle case editrici coinvolte e presto faremo il primo incontro-vendita con le biblioteche. Ancora non ci par vero!!!

L'immagine è tratta dal libro "L'incredibile bimbo mangia libri" pubblicato dalla ZOOlibri... casa editrice che..., guarda un po' il caso (?), abbiamoooooo!!!!!!!!

2 commenti:

  1. EVVIA, verso nuove incredibili avventure... Voi sì che siete grintose... BRAVISSIME E IN BOCCA AL LUPO.... Lara

    RispondiElimina
  2. Carissime Pollicine...
    vi auguro davvero un bell'INBOCCALUPO! Per questa nuova avventura (magari premessa per l'apertura di una bella libreria indipendente per ragazzi a Rovereto? ;)))))

    Ps: mi chiedevo (seguendo i Topi) se davvero foste state così pazze da farvi A/R nelle serate del corso a Milano... Sì... siete state folli! Bravissime, ma folli!
    Spero di avere la vostra stessa follia e riuscire a fare il corso suddetto a Sarmede.

    Un caro saluto

    RispondiElimina