Translate

mercoledì 31 ottobre 2012

Libri... golosi




Molto prima di te, Rascal, Mandana sadat, Cult Jeneusse, 2012(da 4 anni)

La storia di un bimbo che cresce e che diventa papà e che con poche parole racconta al proprio piccolo com'è venuto al mondo. Poche parole, ma di grande intensità e poesia. 





La ricetta la trovate qui, e non poteva che chiamarsi abbracci al limone.


martedì 30 ottobre 2012

Libri buoni e belli?


Tra le varie attività avviate con l'arrivo dell'autunno c'è anche il campionato di lettura. Ne avevamo parlato qui tempo fa, quando l'abbiamo fatto in forma ridotta per una scuola della Valle di Ledro. Quest'anno (ri)parte in Valle del Chiese, con una struttura decisamente più complessa perché le scuole coinvolte sono molte. Suddividiamo i bambini/ragazzi in tre fasce d'età e prepariamo tre bibliografie specifiche. Abbiamo appena terminato di fare le presentazioni di avvio campionato alle classi e di presentare anche queste bibliografie. La prendiamo così "larga" perché la riflessione che vogliamo fare merita attenzione e perciò non ci dispiace spendere qualche parola di più.

sabato 27 ottobre 2012

Progetti per le Pollicine


Le notti in biblioteca sono passate e vi avevamo anticipato nuovi progetti. Infatti per le due Pollicine si aprono giorni molto intensi di cui siamo grate: siamo state chiamate in qualità di lettrici dalla biblioteca comunale di Trento! Una serie di letture tra la sede centrale ed una sede periferica: un salto nella Preistoria, una lettura con bambini piccoli da Nati per leggere, un percorso di avventure e uno tra le storie di crescita... quante cose davvero! 

martedì 23 ottobre 2012

Biblioburro 17°ep.

Embè, ti rispondo con due libri nuovi: una storia mostruosa ed una storia  lupesca per bambini piccoli.



"... non appena si metteva a letto, i tre mostri monelli della notte venivano a tormentarla. Uno le pizziacva il naso, un altro le tirava i capelli e il terzo le faceva le boccacce."








Maria è la protagonista di questa storia allegra e molto colorata. Una bambina molto felice di giorno perché può fare molte cose, ma che di notte viene spaventata da tre mostri cattivi. Maria però è una bambina sveglia e saprà come reagire!
Marjane Satrapi ne è l'autrice e l'illustratrice. 

lunedì 22 ottobre 2012

Leggere insieme


Non possiamo sempre tenere i cuccioli così stretti mentre leggiamo loro le storie in biblioteca... però il risultato che ogni volta vorremmo ottenere è proprio quello della fotografia!

sabato 20 ottobre 2012

Terza notte in biblio: resoconto


"Ma poi, quando si va a dormire ci laviamo i denti? Perché io ho portato lo spazzolino."
Brava, bravissima bambina che ci tiene alla salute dei suoi denti. Peccato che dopo essersi lavata i denti è arrivato il Lucignolo di turno che dalle sue tasche ha tirato fuori tante di quelle caramelle che neanche la borsa di Mary Poppins...

giovedì 18 ottobre 2012

Biblioburro 16° ep.


Finalmente un libro che racconta di principesse, principi e terribili draghi  sputafuoco. Nel libro che voglio presentarti c'è tutto questo e altro ancora. Solo che sono messi un po'...in ordine sparso?! Ne La principussa Clura e il drago di Tormod Haugen c'è il principe...ma ha un caratterino tutto suo, c'è un drago, che in effetti sputa fuoco ma....è un po' emotivo. E la principessa! Non solo lei, ma anche principussa, principossa, principissa, principassa, principeffa, plincipessa, prinzipessa e pvincipessa. Tutte smaniose di salvare il pruncipe (ho scritto giusto!)



“La principussa Clura era una vera principussa. Non una principessa, perché una principussa è ancora più nobile di una principessa e ha il sangue molto più blu! Clura possedeva mille vestuti e cinquecento paia di scurpe. Aveva quattordicimila libri e un milione di cd con la sua musica preferita e ventiquattro cavalli tutti per lei"....











Clura è una delle nove belle principusse del regno. E' bionda, con gli occhi azzurri, incapace di imparare i nomi dei fiumi e delle montagne che il suo maustro tenta di insegnarle, ma bravissima a ballare la rumba.

martedì 16 ottobre 2012

Il potere dei libri parte terza


Ogni tanto, a turno, si parte alla scoperta di questo meraviglioso mondo, e girovagando ci capita anche di imbatterci in "minibiblio" improvvisate. La sorpresa, e soprattutto la felicità, è tanta ve lo assicuriamo, per due come noi che amano immensamente il proprio lavoro e se lo portano in vacanza senza problemi!

lunedì 15 ottobre 2012

Biblioburro 15° ep.

Una scrittrice che abbiamo spesso "incrociato" nelle letture di queste ultime settimane è Elisa Puricelli Guerra, che si dedica alla letteratura per ragazzi da anni e si dichiara una lettrice compulsiva (come noi, dunque?!).


Ciao, chiunque tu sia! Ti avviso che questo non è un messaggio misterioso scritto in codice, è un'offerta di amicizia. Oggi la biblioteca è così vuota che mi sembra di sentire l'eco quando volto le pagine del libro di matematica... chissà dove se ne sono andati tutti. Sto cercando di risolvere un problema difficilissimo, ma non ci riesco, così ho strappato un foglio a quadretti dal quaderno e ti ho scritto.
E' un esperimento. Vediamo se funziona.






Inizia così, con un messaggio lasciato in un libro, un dialogo silenzioso tra Una e Dan, due ragazzini che non si conoscono e che decidono di non incontrarsi. Ne nasce una forte amicizia, che forse si trasformerà in qualcosa d'altro, ma il libro non è una storia d'amore, non solo almeno. I ragazzi vivono in un Istituto, dove si vive in sezioni, non ci sono specchi, la temperatura è costante a 20 gradi ed ogni sera viene data loro una pastiglia per cancellare i ricordi.
Un serrato e veloce botta-e-risposta che condurrà i ragazzi fino al sorprendente finale.

Cuori di carta
Elisa Puricelli Guerra
Einaudi Ragazzi, 2012
pp.213
da 11 anni

venerdì 12 ottobre 2012

Il potere dei libri parte seconda


Mica detto che i libri debbano per forza tenerci sempre svegli!!! A volte sono utili perché ci conciliano il sonno!!!

giovedì 11 ottobre 2012

Biblioburro 14° ep.

Rispondo con un libro italiano, collega, e che affronta un tema tutto italiano, la mafia, nell'anno in cui ricorre il ventennale delle stragi in cui morirono Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Sono Rita Atria e ho diciassette anni. Sono cresciuta a Partanna. E ora vivo a Roma. Il perché, Gabriele, proprio non posso dirtelo. (...)
Sono dovuta andare via da casa mia. E ora vivo qui, con Piera.
E' bella Roma, ma non è ancora la mia città.
Mio padre era un brav'uomo.
Ho sempre pensato che essere un uomo d'onore significa essere un brav'uomo. Adesso mi dicono che non è così.










La storia vera e poco nota di Rita Atria, la più giovane testimone di giustizia italiana, che sceglie di collaborare con lo "zio Paolo" raccontando quello che sa sulla mafia, il Mostro.
Andrea Gentile è bravo a raccontarla senza pietismi, con rispetto e passione, facendola diventare un romanzo ispirato però a fatti realmente accaduti e tratti dal diario della giovane.
I ragazzi devono leggere questo libro, per conoscere la storia di Rita e per capire, perché solo in questo modo potranno riconoscere il Mostro e combatterlo. “Dopo aver sconfitto la mafia dentro di te, puoi combattere la mafia che c'è nel giro dei tuoi amici, la mafia siamo noi ed il nostro modo sbagliato di comportarsi”, così scriveva Rita nel suo tema d'italiano agli esami di stato.

Volevo nascere vento. Storie di Rita che sfidò la mafia con Paolo Borsellino
Andrea Gentile
Mondadori (contemporanea)
2012, pp.156
da 12 anni

Un altro titolo che affronta lo stesso tema:

Da che parte stare. I bambini che diventarono Giovanni Falcone e Paolo Borsellino
Alberto Melis
Piemme, Il battello a vapore (Storie di oggi)
2012, pp.128
da 10 anni


mercoledì 10 ottobre 2012

Biblioburro 13° ep.

Spaziamo!! Usciamo da questa vecchia Europa e andiamo ad abbracciare le sagge culture orientali! Ti presento Il volo del falco nel mio destino, scritto dall'italianissima Daniela Palumbo e edito dall'italianissima casa editrice Il battello a vapore! Eh ma, dirai tu, qui c'è poco di orientale! E qui sbagli collega, perché la storia parla di Samurai, di saggezza, di coraggio e di pazienza. E c'è tutta la ricostruzione di un'epoca passata (il medioevo giapponese), delle tradizioni e del modo di vivere che è anni luce dal nostro!



Quando Benkei si rese conto che la notte era troppo fitta per seguire la strada, decise di fermarsi a dormire. Trovarono riparo in una grotta che il monaco conosceva come rifugio sicuro.
- Vorrei chiederti una cosa- disse Kikujiro, già steso per la notte su una piccola stuoia.
- Dimmi pure...- rispose il monaco.
- Come fa un uomo a sapere di aver preso la decisione giusta?
-Ogni uomo con una coscienza si è chiesto ciò che tu chiedi a ora a me, Kikujiro. Solo Buddha potrebbe risponderti senza incertezza. Però posso dirti questo: uno degli insegnamenti riservati ai samurai dice Non ho potere divino, la lealtà è il mio potere divino. Nessuno può sapere, adesso, se ciò che farai è giusto per te ma, se lo fai, allora metti tutto te stesso nel compierlo e fai della lealtà verso quel compito il tuo potere divino.
-Grazie, Benkei. Il mio cuore è più leggero, ora.


Leggere questo libro è un po' come guardare un film, ti lascia quella bella e sana carica che ti fa venir voglia di iniziare o un corso di arti marziali, o un intenso corso di meditazione.
E' la storia di Kikujiro che a 14 anni decide di intraprendere la via della spada, (un percorso bello tosto!) per poter diventare un samurai. 14 anni...se penso che conosco ragazzi di 14 anni che non sanno neanche se continuare lo studio dopo le medie! E Kikujiro è molto determinato e coraggioso e questo lo porterà a diventare il migliore. Ma non mancano quegli attimi di suspense...una lettera non letta, una splendida ragazza... Un libro adatto a lettori dai 12 anni, capace di restituire la magia sospesa delle ambientazioni orientali e regalare grandi colpi di scena.
Il volo del falco nel mio destino
Daniela Palumbo
Piemme, Il Battello a Vapore, 2012
pp.322

da 12 anni

lunedì 8 ottobre 2012

Ma è una libreria?


Il primo pensiero che abbbiamo avuto è stato: anche noi vorremmo un giardiniere così!! E una di noi ha aggiunto: prima però vorrei avere delle siepi da tagliuzzare così...!!
Vabbè, l'abbiamo visto a Rovereto fuori da una libreria (ma se era una macelleria com'era??) e le abbiamo trovate bellissime.


Eh sì, perchè le Pollicine hanno un sogno nel cassetto (uno??), un sogno che riguarda proprio i libri e i fiori, ma... è presto per parlarne, intanto continuiamo a sognare!

sabato 6 ottobre 2012

Seconda notte in biblio: resoconto


Dobbiamo approfittare di questo breve momento di lucidità, perché i ricordi sono ancora vivi nella nostra testa...già da oggi pomeriggio cominceranno ad essere delle immagini confuse e da domani ci chiederemo "Ma è successo davvero? C'era un bambino sonnambulo che ciondolava come il collo di una giraffa? Ma era davvero una bambina quella che parlava e si lamentava nel sonno? E quella puzzette?? Almeno quelle non erano vere!!!

venerdì 5 ottobre 2012

Biblioburro 12° ep.

Rispondo con un libro "serio" rivolto ai ragazzi più grandi, uscito in tarda primavera, e che affronta il tema dell'adolescenza in tutte le sue sfaccettature. 

... si lavò i denti con cura e si guardò allo specchio. Era diventata veramente abile: pelle e occhi non mostravano alcuna alterazione, nessun arrossamento, nessuna lacrima da sforzo. Basta con le nausee e i malesseri: tutto passato, come passato era il tempo in cui stava male in macchina.
Se la ricordava bene quella sensazione collosa che le impastava la bocca, l'odore di benzina-motore-e-rivestimenti dei sedili che le aggrediva il naso e le urtava lo stomaco. E la gran voglia di aria fresca sulla faccia. Fosse almeno riuscita a non respirare per l'intera durata del viaggio, che per lei, qualunque fosse la meta, era sempre un tormento.







E' bello sapere che alcuni libri si ristampano, soprattutto quando un libro è buono e la stessa autrice lo ha rivisto. Così è avvenuto anche per questo romanzo, uscito nel 1997 con il titolo Un corpo di donna. 
Una scrittura delicata e veloce, una storia raccontata in diretta dalla protagonista, una ragazzina di tredici anni alle prese con un'età ingrata e con un disturbo alimentare. 
Le sentenze di Nenette presenti nel libro sono da trascrivere su un quaderno!

Niente mi basta. L'adolescenza, quell'età agrodolce d'aceto e di miele 
Giusi Quarenghi 
Salani, 2012
pp. 143 
da 12 anni

giovedì 4 ottobre 2012

Biblioburro 11° ep

E' sicuramente una piacevolissima cosa che escano così tanti libri per bambini e ragazzi in questo periodo, volendo le insegnanti trovano terreno fertile su cui seminare e (si spera) poi raccogliere tanti buoni frutti! Eh già, perché ci sono tanti libri di qualità!
Visto che siamo tanto affezionate al cibo, voglio consigliarti Gastòn e la ricetta perfetta di Anna Lavatelli. 

Coco storse il naso.
Già l’odore non era gran che.
Rimestò a lungo col cucchiaio dentro la scodella prima di arrischiare un assaggio. Intorno a lui tutti trattenevano il fiato e l’apprendista cuoco più degli altri.
Coco mandò giù appena un sorso e sul suo volto si dipinse una smorfia disgustata.
«Immangiabile» sentenziò. E con un gesto di stizza gettò la zuppa fuori bordo.
L’intruglio cadde in acqua e rimase un po’ a galleggiare sulla superficie. Si avvicinò un grosso paiche, per vedere cosa fosse, ma subito si inabissò sott’acqua sbattendo la coda con disgusto.
«Hai visto? Non è buono nemmeno per i pesci» riprese Coco, con gli occhi che mandavano scintille.




Il libro racconta del giovane Gastòn che per sbaglio finisce a fare il cuoco su una barca di pirati del fiume (nell'incipit che ti faccio leggere Gastòn deve ancora finirci sulla barca!!). E il suo amore verso il cibo e la gente è così contagioso che finirà per influenzare anche la banda di terribili pirati. 
Un libro che piacerà ai bambini perché parla di pirati, di avventura, piacerà alle bambine perché parla di amore e di cucina, e piacerà pure alle mamme perché nelle ultime pagine c'è la ricetta della zuppa di gamberoni!!!

Gastòn e la ricetta perfetta
Anna Lavatelli
Giunti Junior, serie gru oro, 2012
pp.220
da 10 anni

lunedì 1 ottobre 2012

Libri!


Un nuovo libro pubblicato da quei geni dei Topi, e stavolta abbiamo deciso di condividerne con voi alcune pagine. Lo abbiamo acquistato qui.


Si tratta di un classico scritto da Murray McCain e illustrato da John Alcorn, che esce in edizione italiana per la prima volta. 


Un libro rivolto ai bambini ma che è un inno d’amore ai libri e alla lettura senza età.