Pagine

Translate

venerdì 9 novembre 2012

Storie a merenda

Abbiamo iniziato le "storie a merenda" promosse dalla biblioteca di Arco. Per chi ne volesse approfittare l'appuntamento è mensile, sempre di mercoledì, dalle 17 alle 18. Oltre alle nostre storie viene offerta ai bambini una buonissima merenda. Insomma, due piccioni con una fava: le storie e la merenda! 

Gli appuntamenti sono:
21 novembre
19 dicembre
16 gennaio
20 febbraio
20 marzo
17 aprile
15 maggio

La biblioteca in questione è bellissima, ci sono molti libri e tantissime persone entrano a leggere o a prendere un libro in prestito.
Noi leggiamo le storie nell'angolo morbido dedicato ai bambini e tra il pubblico possiamo avere bimbi di pochi mesi (in braccio alla loro mamma) e bambini più grandicelli che frequentano la scuola elementare. In mezzo magari bimbi di 2-3 anni che ascoltano un po', poi decidono di voler andare a fare un giretto e si alzano, e poi ritornano più curiosi di prima... non è facile davvero leggere ad un'utenza di età così variegata, con tempi di attenzione e capacità di comprensione così differenziate... ma, c'è sempre un ma, vero collega?
Ma è pur sempre bellissimo: la soddisfazione è tanta (ricordi la piccola in braccio alla mamma che è scoppiata a ridere con una storia e non riusciva a smettere?), le emozioni che circolano tra noi e loro sono reali, le risate spontanee, gli occhioni spalancati, i papà incuriositi (i papà!, quella categoria meravigliosa e così difficile a volte da conquistare semplicemente con un libro per bambini!)... un momento gratuito di puro piacere di ascoltare qualcuno che legge per loro a voce alta. Tutto qui. E scusate se è poco.

2 commenti:

  1. Che brave Biblioburre! ;)
    Anche noi facciamo delle merende di storie (senza però dolcetto finale, sigh!): magari un giorno ci incontriamo e facciamo un'abbuffata!
    http://www.provincia.treviso.it/Engine/RAServePG.php/P/592510160300/M/501510010321/T/Montebelluna-A-merenda-di-storie

    RispondiElimina
  2. Bellissima la magia del web che ci rende unite a così tante persone, vero? A presto

    RispondiElimina