Translate

giovedì 7 agosto 2014

Si parte...


... chi a caccia di balene...


... chi a caccia dell'orso...

al mare o in montagna,
le Pollicine fanno pausa!

Ci rivediamo a settembre.

mercoledì 6 agosto 2014

Segnali di lettura


Avevamo parlato di un interessante articolo uscito sul numero 101 di Liber, e lo avevamo fatto perché un po' ci riguardava visto che l'argomento trattato era il professionista della lettura.
Ci era piaciuto così tanto che per farci sentire (in senso positivo ovviamente!) avevamo scritto a Liber piene zeppe di entusiasmo per le parole di Lola Barcelò e Rochana Bassi (della "nostra" casa editrice Kalandraka).
E si vede che il nostro entusiasmo e la nostra passione si sentono anche nelle parole che usiamo (poche ma vere), perché (sorpresa!) sul numero 103 di Liber compare un nostro articolo nel quale raccontiamo di noi, del nostro amore per i libri e dell'impegno che tutti i giorni mettiamo, per migliorare sempre di più un lavoro che ci piace un sacco fare. Talmente tanto che non esiste il "trauma del lunedì", neanche dopo le ferie!



Perciò...grazie davvero, a tutti coloro che come noi...ci credono!

martedì 5 agosto 2014

Donne nelle guerre


Donne nelle guerre è il titolo di una serie quattro grandi eventi che si stanno svolgendo a Forte Corno, una delle numerose fortificazioni austriache al confine italiano che ci ricordano la Grande Guerra. Imponente, si erige su uno sperone di roccia e sembra scivolare a valle, seguendo il profilo della montagna. Scende per sei livelli e al suo interno si contano ben 53 stanze. 



Ad una manifestazione abbiamo partecipato anche noi! 
"Voci di donne in guerra", così abbiamo chiamato il trekking letterario che abbiamo organizzato, lungo una strada sterrata che dal fondovalle porta al forte, in mezzo al bosco, su e su fino alla cima. 



Dodici letture (più un albo illustrato) sulle fatiche, sulle speranze, sull'importanza del ruolo delle donne in guerra. Dalle portatrici della Prima Guerra Mondiale, che sfidavano le pallottole e il freddo per arrivare al fronte in alta montagna per rifornire i soldati



passando alle partigiane della Seconda Guerra 



e arrivando fino ai giorni nostri dove, purtroppo, le guerre non sono finite.
Quattro postazioni, quattro soste lungo il cammino per riflettere, ascoltare, gioire e commuoversi, attraverso la voce di donne diverse, vissute in contesti ed epoche diverse, ma accomunate dalla forza di resistere, di andare avanti, di stringere i pugni anche di fronte alla morte di un figlio o di un marito in guerra. Donne che non si sono fatte scrupoli a fare lavori maschili, a mettere a rischio la propria vita per la libertà.



Abbiamo raccontato di alcune di loro, e facendolo abbiamo accompagnato i nostri ascoltatori oltre i 1000 metri slm, dove ci aspettava il forte. 
E lassù la festa era solo all'inizio! Il coro femminile L'Arnica e quello alpino Re di Castello hanno allietato la serata (che ad un certo punto si è fatta assai pungente) e hanno colmato l'attesa della cena, una splendida polenta carbonera. 
Un'esperienza intensa, una giornata ben organizzata e ben riuscita. L'ultimo nostro impegno prima di una piccola pausa estiva. Non potevamo finire meglio!

Se qualcuno si stesse chiedendo quale albo illustrato per bambini (ma li chiamate ancora così?) abbiamo presentato...


L'inizio, di Paula Carballeira, con le meravigliose illustrazioni di Sonja Danowski, edito da Kalandraka.