Pagine

Translate

martedì 17 luglio 2018

Biblioburro: La fabbrica delle mamme





Nino è davvero stanco della sua mamma, che non fa altro che ricordargli che deve finire i compiti e che non ha tempo per giocare e allora... decide di cambiarla! Nella fabbrica delle mamme ne troverà di sicuro una come dice lui: buona abbastanza da farlo giocare ogni volta che lo desideri, con una bocca grande per dare tanti baci, che sappia costruire capanne e navicelle spaziali, che gli legga tanti libri e gli racconti storie, paziente e che non si arrabbi mai... 




Ma alla fine la mamma che cerca è così diversa dalla sua?
Un grande albo con testo in stampatello maiuscolo ed illustrazioni ad acquarello che arricchiscono la storia evidenziando gli stati d'animo dei protagonisti. Perché in fondo ogni bambino vorrebbe cambiare la propria madre... almeno una volta!

La fabbrica delle mamme
Claudia Mencaroni, Giulia Cregut
Verba volant edizioni
2018
da 6 anni

lunedì 16 luglio 2018

Borgo da favola


Continuano gli appuntamenti con l'attività Un borgo da favola, promosso dal Consorzio turistico Valle del Chiese.
Nel borgo di Quartinago abbiamo trovato 3 meridiane, 14 portoni marroni, un numero imprecisato di inferriate (sarà che Cimego è il paese del ferro?), orti, dipinti sul muro e tante imposte verdi ...


E domani passeggiata con caccia al tesoro nel borgo di Sevror.

Info e prenotazioni presso ufficio turistico

venerdì 13 luglio 2018

Biblioburro: La farfalla e il fagiolo




"Questo è un libro sulla crescita."















Due vite diverse. Un piccolo seme di fagiolo, rugoso, duro e bruno che grazie a dell'acqua piano piano si risveglia e comincia a crescere e a germogliare. 
E poi un piccolo (ma piccolo piccolo) uovo di bruco che viene lasciato da qualcuno su una foglia del fagiolo. 


L'uovo si schiude e il piccolo bruco comincia a mangiare la foglia del fagiolo, che nel frattempo continua a crescere. Passa il tempo, i due esseri viventi crescono sempre di più, diventano grandi e forti fino a trasformarsi: il fagiolo produce bellissimi fiori che poi diventano baccelli gonfi; il bruco scompare in un piccolo bozzolo che un po' assomiglia a quel baccello scuro. 


Il miracolo della vita e le fasi della crescita, vissute da due punti di vista diversi: quello di una pianta e quello di un insetto; così diversi tra loro ma con tante cose in comune.
Un albo illustrato e dettagliato (oltre alla storia si trovano molte informazioni su come coltivare la pianta di fagiolo) per piccoli naturalisti.

La farfalla e il fagiolo
Martin Jenkins, Hannah Tolson
traduzione a cura di Stefano Bortolussi
Fatatrac
2018
da 5 anni

mercoledì 11 luglio 2018

Biblioburro: Un po' più lontano



"Era estate e la scuola era finita.
Lorenzo se ne stava tutto solo in cucina; giocava con il trattore, con il carretto, con il passeggino delle bambole. Ma si annoiava, perché erano giochi da piccoli.
-Posso andare in giardino?-
-Va bene- rispose la mamma. -Dopotutto sei grande adesso. Vai pure, ma non superare lo steccato.-
-Era bello fuori?-
-Sì- rispose Lorenzo. -Sono arrivato fino allo steccato, e poi sono andato un po' più lontano.-
La mamma sospirò. -Dopotutto sei grande adesso. Ma non ti avventurare oltre il castagno.-"






Inizia così l'avventura di Lorenzo, procedendo per gradi: lo steccato del giardino, il castagno, il fiume e poi... il mondo! Ogni giorno un po' più lontano, disobbedendo alle indicazioni della mamma ma informandola sempre dei piccoli traguardi raggiunti. La mamma invece di arrabbiarsi con il figlio comprende la sua voglia di scoprire il mondo e piano piano gli offre la possibilità di farlo, anche se con riluttanza perché sa che quei passi lontani da casa porteranno Lorenzo lontano da lei.


La scelta di Lorenzo di lasciare la sua casa per andare a scoprire il mondo non è sempre facile: momenti di paura e di sconforto si fanno sentire, si chiede cosa stia facendo la mamma, ma poi con coraggio riesce a superare le difficoltà.
Una storia delicata sul diventare grandi, sulla voglia di autonomia e sul distacco dai genitori. Da leggere insieme ai propri figli, assolutamente!

Di Anais Vaugelade anche il bellissimo albo Zuppa di sasso, che non dimentichiamo mai di mettere nella nostra valigia delle storie.

Un po' più lontano
Anais Vaugelade
traduzione di Tanguy Babled
Babalibri
2018
da 5 anni