Pagine

Translate

giovedì 30 luglio 2015

Le Pollicine in vacanza... sulla luna


E' arrivato anche per noi il momento di andare in vacanza. Dopo un luglio non ancora terminato ricco di attività e di letture, ci aspetta un agosto di relax e letture (quelle non mancano mai, è patologico. Per fortuna non facciamo le pasticcere di professione, saremmo fisicamente rovinate).


Da Bologna avevamo portato via un bellissimo albo illustrato in tedesco. All'inizio siamo rimaste colpite soprattutto dalle immagini (e dallo scoiattolo) e poi anche dalle parole (il nostro tedesco vacilla, lo ammettiamo, ma abbiamo traduttori personali).


Un simpatico scoiattolo che una mattina si ritrova la luna fuori dalla sua tana. Caspita! Che fare ora? E se qualcuno pensasse che lui l'abbia rubata? Nel dubbio, non gli rimane altro da fare che sbarazzarsene....


... ma non è così facile, e nella titanica impresa vengono coinvolti anche altri animali. Una storia piacevolissima, l'abbiamo testata gli ultimi giorni si scuola con una prima elementare e una maestra di tedesco. Tante, tantissime risate!






Siamo un po' così anche noi, come quei due animaletti attaccati alla luna ma desiderosi di staccarsi; legate e a volte persino appiccicate, pronte a condividere gioie e dolori di questo nostro bellissimo lavoro, ora col desiderio naturale di separarci per un po' per ricaricarci e poi ripartire.  

Ci rivediamo a settembre, buona estate a tutti.

Herr Eichhorn und der Mond
Sebastian Meschenmoser
Esslinger
2012
da 5 anni

lunedì 27 luglio 2015

Biblioburro: Il libro delle mie vacanze disastrose


"Per farla breve: mio padre ha preso le ferie in luglio e mia madre in agosto. Mia madre è convinta che mio padre l'abbia fatto apposta, e viceversa. Tutti i giorni ricominciano e urlano senza fine:"Te l'avevo detto!" e "Tutta colpa tua!", "Tu non mi ascolti mai" e "Fai sempre di testa tua!".

Risultato: Io non andrò in vacanza!"









Ben è disperato. A causa dell'incomprensione tra i suoi genitori le vacanze sono cancellate. Persino quelle noiose da nonna Annie in un momento di tale sconforto diventano un ricordo nostalgico.Naturalmente tutti i suoi amici sono al mare o in montagna, persino la sorella maggiore è in campeggio. Che fare dunque?  Ben deve rassegnarsi a passare un'estate a casa, tra due genitori un po' scontrosi, una sorella che chiede il suo aiuto via sms per conquistare un ragazzo e idee folli per riuscire a mantenersi impegnato il più possibile.


Una scrittura spassosa e fluida, narrata sotto forma di diario, con scarabocchi, correzioni e aggiunte varie. Bernard Friot è uno dei più originali e creativi scrittori per ragazzi (e non solo), i suoi libri sono brevi ma intensi, e arrivano ai ragazzi attraverso un linguaggio che ben si adatta al loro modo di essere.

Il libro delle mie vacanze disastrose
Bernard Friot
traduzione di Janna Carioli
Lapis
2015
138 pag
da 9 anni

Il libro dei miei record disastrosi
Bernard Friot
traduzione di Janna Carioli
Lapis
2015
137 pag
da 9 anni

giovedì 23 luglio 2015

Biblioburro: Muschio



"Una mattina fredda, mentre camminavo accanto al fiume per approfittare del calore del sole, sentii un po', un briciolo, un nonnulla dell'odore di Janinka.
Mi fermai e annusai per bene; non volevo perderlo. Era un odore molto tenue che fluttuava e si muoveva come un seme di dente di leone o un ciuffo di peli di gatto spinti dal vento. Era un odore passeggero."









Un odore, una traccia, un ricordo, ogni cosa è una fiammella di speranza che si accende nel cuore di Muschio; la speranza di ritrovare Janinka e Mirek i suoi padroni. Da un giorno all'altro Muschio si è ritrovato solo, senza padroni, senza casa e senza affetto. Non sa bene cosa è successo, non riesce a capire. Qualcosa è cambiato, qualcosa è successo che ha stravolto la vita di tutto e tutti. Quel qualcosa si chiama guerra. Che quando arriva non risparmia nessuno, nemmeno gli animali. Così Muschio si ritrova a girovagare in cerca di cibo, di un posto per dormire. Troverà persone buone (poche), persone cattive (tante), e soprattutto troverà degli amici con i quali dividere gioie e dolori. 

Una storia di avventura, commovente e piena di speranza. Muschio, come un ragazzino, non riesce a darsi delle risposte su ciò che sta accadendo, ma non si perde d'animo e con cuore gentile offre una zampa a chi gli chiede aiuto. 
E se dai amore...
Vincitore del XXI Premio Edebé de Literatura Infantil y Juvenil. 

Muschio
David Cirici, Federico Appel
traduzione di Francesco Ferrucci
Il Castoro
2015
da 9 anni

martedì 21 luglio 2015

Biblioburro: La principessa salvata dai libri

"In cima ad un palazzo, su all'ultimo piano,
sedeva Rapunzel con il pettine in mano.

Rapunzel, Rapunzel, sciogli i tuoi capelli...

gridò il lattaio dal fondo delle scale.
Ma Rapunzel non si muoveva.
Alla finestra immobile sedeva.
Non aveva niente da fare.
Non aveva nulla da dimostrare."


Rapunzel si annoia terribilmente, lassù, all'ultimo piano del palazzo. Le giornate sono lunghe e tutte uguali. I suoi amici provano in ogni modo a distrarla. Ci prova il postino, con una lettera speciale; ci prova la panettiera con del pane appena sfornato; ci prova la zia con uno sformato di pesce; ci prova il principe...beh...lui non è proprio convincente!
L'unica soluzione è quella di salire lassù, all'ultimo piano del palazzo, tutti insieme (tranne il principe!): il lattaio, la zia, la panettiera e il postino, che finalmente può consegnare la lettera a Rapunzel. E si tratta davvero di una lettera speciale perché dentro c'è la notizia che Rapunzel stava aspettando, quella che le cambierà la vita. E non c'entra un principe! 

La principessa salvata dai libri
Wendy Meddour, Rebecca Ashdown
Traduzione di Nicoletta Pardi
Lo Stampatello
2014
da 6 anni